Assicurazione auto: tutto quello che devi sapere sull’RCA

783 0
783 0

La polizza RCA è una forma assicurativa obbligatoria per chiunque possegga un veicolo a motore. Serve per tutelare il guidatore, l’auto ed eventuali passeggeri in caso di sinistro stradale. Vediamo nel dettaglio cosa bisogna sapere sulla polizza dell’auto.

Come funziona l’RCA

Dal 1969, l’articolo 122 del Codice della Strada ha sancito l’obbligo dell’RCA, la Responsabilità Civile dell’Autoveicolo. In particolare, questo contratto vincola tre figure:

  • il contraente è colui che stipula il contratto di assicurazione;
  • l’assicurato gode della protezione della polizza;
  • eventuali persone coinvolte nell’incidente che l’assicurazione deve risarcire.

L’accordo prevede che la compagnia fornisca all’assicurato la copertura nel caso di incidente con colpa e il rimborso di eventuali danni a terzi. Tuttavia, nel contratto si prevede l’indicazione di un massimale che, secondo le normative di legge, non può superare 6,07 milioni per i danni alle persone e 1,22 milioni per i danni alle cose. È bene ricordare che la franchigia garantita dall’assicurazione è direttamente proporzionale alla quota pagata dall’assicurato.

Inoltre, la RCA non prevede la tutela in caso di lesioni al conducente, la quale può essere aggiunta stipulando un’assicurazione accessoria. Infatti, è possibile affiancare alla RCA altre polizze che consentono una più ampia protezione: basti pensare alla protezione da eventuali danni ai cristalli, da atti vandalici o in caso di furto del veicolo.

Il sistema bonus-malus 

Per poter godere dell’RCA, l’assicurato è tenuto a pagare un premio la cui quota dipende dalla sua classe di merito: ne esistono 18 e la più meritevole, oltre che economica, è la prima. Generalmente, chi necessità di stipulare un’assicurazione per la prima volta parte dalla quattordicesima classe di merito.

Tuttavia, la Legge Bersani consente di ereditare la classe di bonus-malus dal proprio nucleo familiare. Per poter usufruire di questo vantaggio è necessario rispettare due criteri:

  • le due persone in questione devono avere la medesima residenza;
  • la tipologia di assicurazione deve essere simile (moto-moto, auto-auto, ecc.)

In ogni caso, la propria classe di merito migliora ogni anno, a condizione che nell’anno appena trascorso non ci siano stati incidenti. Inoltre, al calare della classe di merito, diminuisce il prezzo annuale dell’assicurazione. Questo meccanismo vuole ricompensare i guidatori prudenti e onesti.

Al fine di verificare lo stato dell’RCA della propria vettura, è possibile consultare il Portale dell’Automobilista messo a disposizione dal Dipartimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Infatti, è fondamentale che tale polizza sia valida e la copertura attiva per evitare di ricevere una salata multa.

Ultima modifica: 6 dicembre 2021