Assicurazione auto scaduta: dopo quanto scatta la multa

853 0
853 0

E’ una di quelle situazioni che capitano di frequente a chi non ha molta dimestichezza con le scadenze. Pura dimenticanza, qualche colpa e talvolta anche un po’ di incoscienza, ma girare con l’assicurazione auto scaduta non sembra una condizione rara.

Il problema può porsi e in maniera molto seria nel caso in cui si rimanga coinvolti in un incidente stradale, come vittime o responsabili. Peggio ancora se la dimenticanza o il dolo vengono rilevati durante un controllo delle forze di polizia.

Assicurazione auto scaduta, controlli più incisivi

Sappiate che è piuttosto difficile sfuggire a nuovi meccanismi di verifica che sfruttano la tecnologia. Oggi bastano uno smartphone o un tablet, una connessione internet e un’app per verificare con il semplice numero di targa se l’auto ha una copertura assicurativa per la responsabilità civile.

I nuovi strumenti di controllo delle forze di polizia eseguono le verifiche anche in automatico. Le auto delle volanti sono dotate, nella maggior parte dei casi, di telecamere in gradi di leggere un gran numero di targhe contemporaneamente, durante il passaggio in strada e di rivelare in tempo reale se il veicolo è coperto o meno da una polizza.

E’ bene dunque ribadire che non è possibile in alcun caso circolare con l’assicurazione auto scaduta. E per circolazione stradale non si intende soltanto e semplicemente l’auto in movimento.

Vengono considerate anche le vetture parcheggiate lungo la strada o in aree di sosta pubblica, come può essere lo spazio, sia pure riservato, di un’attività commerciale.

Non è improbabile infatti che un’auto, magari parcheggiata in divieto di sosta, lasciata con l’assicurazione scaduta, possa essere coinvolta in un incidente. Il fatto di trovarsi in un luogo dove non era consentita la sosta può essere causa di risarcimento nei confronti di terzi.

E’ importante quindi saldare il premio assicurativo alla scadenza, per non incorrere in conseguenze molto spiacevoli.

Assicurazione auto scaduta: periodo di tolleranza

Esiste tuttavia un periodo definito di “tolleranza” durante il quale, pur in assenza di pagamento del corrispettivo, l’assicurazione auto scaduta preserva tutte le sue prerogative. Ha diritto al risarcimento in caso di incidente il danneggiato, che si tratti del soggetto assicurato o di colui che ha subito l’incidente.

Questo periodo dura 15 giorni dalla scadenza del contratto, entro i quali va saldato comunque il premio.

Trascorsi i 15 giorni può scattare la multa e non solo. Essendo l’assicurazione RcAuto indispensabile, viene disposto il fermo amministrativo del veicolo che ne sia sprovvisto e viene irrogata una sanzione pecuniaria da 849 a 3396 euro.

Ultima modifica: 8 febbraio 2019