Autostop: app e siti per trovare passaggi

421 0
421 0

L’autostop è un mito consolidato nella mente di tutti, grazie anche ai vecchi film e alle storie dei nostri genitori, ma al giorno d’oggi risulta molto più complicato e meno sicuro usufruire di questo servizio.Per fortuna con i tempi che cambiano cambia anche la tecnologia a nostra disposizione e forme diverse di autostop stanno prendendo sempre più piede sotto la forma del car sharing, metodo ormai testato e consolidato che ha moltissimi utenti ogni giorno, grazie all’utilizzo di app e siti internet. Non sarà romantico come l’autostop vecchia maniera, ma di certo permette di risparmiare e avere una sicurezza in più quando si viaggia con estranei.

AUTOSTOP NELLE TRATTE LUNGHE E MEDIO-LUNGHE

Il servizio più utilizzato nel mondo per le tratte lunghe e medio-lunghe è di certo Blablacar, un sito che conta moltissimi iscritti e che ha anche sviluppato una comoda app per smartphone grazie alla quale trovare i propri passaggi. Non è gratuito come il classico autostop, ma permette a chi viaggia in auto di mettere a disposizione la propria macchina dietro pagamento di un compenso molto contenuto e a chi cerca passaggi di trovare tutti i conducenti diretti nella sua stessa direzione e scegliere orari e costi a lui più adeguati. Molti passaggi sono più economici di una tratta in treno, più comodi e meno rischiosi dell’autostop tradizionale, dal momento che è necessario fornire documenti d’identità e della macchina e tutti i viaggi sono registrati. È anche possibile impostare preferenze sulle chiacchiere a bordo, vedere se i conducenti sono disposti ad accettare animali o a permettere di fumare a bordo della propria auto, dando così un’ampia possibilità di scelta che non sarebbe possibile limitandosi a fare autostop.

AUTOSTOP SU TRATTE BREVI E CITTADINE

Dal momento che in Italia i mezzi pubblici sono piuttosto carenti e le strade molto affollate, spesso da persone che viaggiano da sole in macchina, sono nate alcune app che permettono di fare autostop all’interno della città per recarsi a lavorare, tornare a casa la sera o effettuare qualsiasi percorso cittadino senza usare la propria macchina, con beneficio per il traffico e l’ambiente. Le grandi città soffrono molto del problema del parcheggio e degli ingorghi e sempre più persone scelgono questo modo alternativo di autostop per spostarsi all’interno di esse, potendo così dividere i costi della benzina e limitare l’inquinamento. Jump on, Letzgo e App2Go sono alcune di queste app che permettono spostamenti cittadini.

Ultima modifica: 15 febbraio 2019