Antifurto auto: opinioni e prezzo del Bullock Excellence

3637 0
3637 0

Il mondo degli antifurto auto è molto vasto e contempla numerose soluzioni per ogni esigenza; talvolta considerate valide, talvolta meri deterrenti.

Antifurto auto

 

Quando si parla si antifurto auto generalizzare è la cosa che meno conviene fare, considerata la vastità dei modelli e delle funzioni che il mercato propone. Rendere le idee più chiare su questo mondo attraverso un breve excursus rimane una delle soluzioni migliori.

Partiamo dalla dotazione di serie della nostra auto. Chi possiede un’auto, anche se d’epoca, ha già in dotazione un piccolo ritrovato antifurto, si tratta del bloccasterzo. Questo sistema meccanico integrato al piantone dello sterzo permette di bloccare il volante affinché questo non possa girare se la chiave è fuori dal suo naturale alloggio. Per disinserirlo occorre reintrodurre la chiave di accensione nella sua sede e avviene lo sblocco del meccanismo.

Negli anni questo sistema è stato ritenuto poco valido, in quanto facilmente eludibile dal malintenzionato di turno intenzionato al furto dell’auto. L’avvento di una maggiore tecnologia dentro alle automobili ha portano numerose novità nel campo degli antifurto auto. Una di queste è l’introduzione della chiave codificata, le automobili diventano così dipendenti dal fatto che la chiave di accensione, se non settata dalla casa madre, non fa funzionare l’auto (chiamato per questo sistema immobilizer).

Ma anche in questo caso i ladri hanno fatto un corso di aggiornamento e numerosi sono stati i casi di furto auto che utilizzano chiavi codificate. Molti di noi hanno associato nel corso del tempo antifurto volumetrici, ossia quelli che definiremmo classiche sirene. Funzionano attraverso dei sensori che agiscono, una volta avviato il sistema, da guardiani e agiranno sulla parte elettrica della pompa di avviamento se sollecitati a scattare.

Un’ulteriore evoluzione dei modelli di antifurto volumetrico sonori si ha con l’integrazione della tecnologia GPL radiocontrollata, in qualsiasi momento, anche grazie alla moderna tecnologia degli smartphone e alla connessione internet, si può essere avvisati in tempo reale se sta avvenendo una manomissione al nostro veicolo. Altri modelli di antifurto disponibili sul mercato sono modelli che vanno a lavorare meccanicamente sul bloccaggio del piantone dello sterzo (ma in maniera diversa dal classico bloccasterzo) e modelli che agiscono in maniera tale da bloccare i pedali. Ulteriormente si trovano in commercio modelli che integrano entrambe le funzioni.

Nel corso del tempo si è sperimentato di tutto: antifurto che vanno a staccare la bobina, la pompa del carburante, il sistema di iniezione, la batteria etc..a prova del fatto che la sperimentazione e la ricerca di quello che potrebbe essere il sistema perfetto non si ferma praticamente mai. Ovviamente le polemiche non mancano di certo, sempre relative al fatto che per quanto efficaci, tutti i modelli di antifurto in commercio rimangono un deterrente e non una soluzione al problema e i dati sui furti auto dimostrano la validità della tesi.

Diciamo che molte opinioni si basano sul fatto che qualsiasi sistema antifurto non ha tanto lo scopo di evitare la sottrazione del mezzo in sé ma di far perdere tempo al malintenzionato di turno, tempo che diventa una mano santa quando, con i moderni sistemi GPS si viene avvisati in maniera tempestiva e ci si può recare immediatamente sul posto. Parole forti? I veri giudici sono gli automobilisti che utilizzano queste soluzioni e un punto di incontro forse non si troverà mai. Il mercato è come un ristorante ben fornito dove ognuno può sedersi e ordinare ciò che preferisce e non è detto che sia la stessa pietanza del vicino di tavolo.

Bullock excellence prezzo

 

Bullock è da sempre un marchio che produce antifurto per auto di tipo meccanico e si può tranquillamente definire un leader di mercato. Bullock è sinonimo di bloccaggio, in questo caso il modello Excellence va ad agire bloccando l’utilizzo dei pedali. Vediamo come. Il corpo del sistema è dotato di una griglia a due aperture e può essere utilizzato solo attraverso la chiave codificata in dotazione. Una volta inserita il meccanismo si blocca e si possono introdurre i pedali di freno e frizione dentro le aperture apposita.

Un prolungamento del tubo / corpo farà si che ci si appoggi al pianale dell’auto impedendo così in buona sostanza la possibilità di utilizzare i pedali. Chiuso il meccanismo con la chiave codificata, l’auto sarà protetta. Rimuoverlo è semplicissimo, basterà reinserire la chiave, sbloccare il meccanismo e estrarre l’antifurto dai pedali. Lo si può acquistare facilmente presso negozi di accessori auto ben forniti o su internet, sia presso il sito ufficiale di Bullock, sia in molti altri siti dedicati ai ricambi o agli accessori auto. Il prezzo ufficiale è di 126,00 euro senza distinzione tra modelli, ne esistono infatti versioni che prevedono in bloccaggio di un solo pedale per le auto dotate di cambio automatico e versioni adatte alle varie auto in commercio.

Bullock excellence opinioni

 

Il terreno qui si fa insidioso e le opinioni, specie nel campo degli antifurto auto sono davvero molto personali, ma proveremo dare una visione generalizzata. Il concetto di base del funzionamento di questo antifurto è valido di per sé, agisce meccanicamente e non necessita di alcuna modifica all’auto, facendo un piccolo parallelismo di sorta è come un po’ quando si metteva la catena al motorino, si chiude il lucchetto e via.

La praticità quindi è un buon punto di forza di questo antifurto come anche la versatilità dei modelli, in buona sostanza l’azienda mette a disposizione diverse versioni di Excellence adattabili praticamente a qualsiasi tipo di auto si possegga. Ma da un altro lato se l’automobilista risponde meccanicamente ai possibili tentativi di furto, dall’altra parte anche i malintenzionati rispondono in tale maniera; la casistica vuole che anche in presenza di antifurto auto di questa tipologia il ladro di turno in alcuni casi ha saputo come ‘risolvere il problema’.

Che la vera soluzione risieda nell’unione dell’efficacia proposta dalle diverse tipologie di antifurto è affare avvolto da un velo di mistero, sicuramente su due piedi si potrebbe affermare che, se è vero che l’unione fa la forza, anche in questi casi si potrebbe avallare la tesi. Rimane sempre inviolabile il fatto che l’utilizzatore finale è l’ultimo giudice sulla questione, che rimane in ogni caso abbastanza spinosa.

Ultima modifica: 20 dicembre 2017