Adesivi auto: come applicarli in sicurezza

497 0
497 0

Un adesivo personalizzato, una scritta, un colore particolare. Che sia piccolo o poco sobrio. Quando si tratta di rendere originale la propria auto non c’è che da scegliere e affidarsi all’estro del momento. Attenzione, però, perché se non si rispettano poche e semplici indicazioni, l’idea brillante e originale può tramutarsi in un disastro, dal quale tornare indietro non è semplicissimo.

Prima e indiscutibile regola: armarsi di buona pazienza e domandarsi se si è abbastanza precisi da non dover ricorrere a un esperto. Personalizzare l’auto con un adesivo può rivelare molto del carattere di ciascuno, anche per questo il fai da te diventa un passaggio obbligato.

Quale immagine

Primo passo è la scelta dell’etichetta. E’ bene che si adegui a colori e stile dell’auto. Un adesivo rosa shocking su una berlina di lusso scura, forse è inopportuno. O la testa di un leone ruggente su una vecchia e malandata Fiat 126 non sarebbe adeguata. Per fortuna è tramontata da anni la moda di un enorme asso di bastoni sul cofano anteriore, celebrato nei B-movie anni 70. Resistono gli adesivi religiosi, umoristici, sportivi. C’è l’imbarazzo della scelta e una volta deciso, occorre armarsi di:

  • panno morbido
  • carta adesiva
  • alcool
  • nastro adesivo

Determinante per l’ottima riuscita dell’applicazione è infatti la pulizia della parte dove verrà apposto l’adesivo. Non rimuovere la polvere e non rendere la superficie estremamente liscia, può rovinare tutto con delle antiestetiche o odiose bolle d’aria. Con il panno morbido, meglio se in microfibra, pulire con l’alcool e asciugare accuratamente. Al posto dell’alcool è possibile utilizzare anche uno sgrassatore, ma non molto aggressivo, perché potrebbe danneggiare la vernice. Si può quindi passare all’applicazione, aiutandosi con del nastro adesivo da apporre alle estremità della nostra etichetta. E’ un buon metodo per farla aderire perfettamente alla superficie dell’auto. A questo punto si può staccare senza timore la carta di fondo, il cosiddetto liner, meglio se con un paio di forbici. Con una leggera pressione dall’alto verso il basso, si applica l’adesivo. Una volta verificato che non si siano formate bolle d’aria, meglio pulire di nuovo la parte personalizzata con un panno asciutto, sempre esercitando un po’ di pressione per far aderire al meglio l’adesivo. E il gioco è fatto.

Quanto durerà? Dipende dagli agenti atmosferici esterni. Pioggia o calore forte non aiutano. Anche i lavaggi frequenti, specie se eseguiti dopo che l’auto è stata esposta al sole cocente possono danneggiare l’adesivo.

Ultima modifica: 16 agosto 2018