Aderenza stradale: cos’è e come si misura

255 0
255 0

Specialmente in caso di pioggia o di neve, dobbiamo assicurarci che le gomme della vettura su cui stiamo viaggiando abbiano una buona aderenza stradale. Cos’è e come si misura tale parametro? Scopriamolo.

Cosa si intende per aderenza stradale

Detta in maniera semplice, per aderenza stradale si intende che le ruote di un mezzo riescono a tenere la strada, a non slittare e quindi a non far sbandare il veicolo. Questo effetto si ottiene, in primo luogo, grazie alla forma e alle scanalature degli pneumatici.

In secondo luogo, da come è strutturata la strada che si percorre. Strade di recente costruzione, presentano un’aderenza migliore per il fatto che sono state poco consumate dal passaggio di veicoli e dalle condizioni atmosferiche.

In altre parole, l’aderenza stradale dipende dal moto che le ruote eseguono quando percorrono una strada e dalle diverse forze che scaturiscono da questo movimento e che fa sì che la ruota rotoli sul suolo, senza pattinare.

L’aderenza stradale si ottiene, quindi, dal contatto tra le ruote e la pavimentazione. In presenza di manto stradale asciutto, si dovrebbe avere un’ottima percentuale di aderenza. Se così non fosse, è il caso di fare un check up alle gomme.

In condizioni meteorologiche avverse, invece, l’aderenza è normale che scenda ma adottando degli pneumatici in grado di drenare l’acqua potrebbe fare la differenza e garantirvi una sufficiente stabilità del veicolo. Quando la strada si bagna, infatti, le rugosità di questa, che dovrebbero attaccarsi alle ruote, si riempiono d’acqua e di conseguenza l’aderenza risulta più difficile.

Gli pneumatici devono agire in modo da seccare il suolo, svuotandolo d’acqua al passaggio del veicolo, così da avere l’aderenza come sull’asciutto.

Come si misura l’aderenza stradale

Durante i corsi di teoria per la patente, avrete sicuramente sentito parlare di aquaplaning. Tale fenomeno accade quando le ruote del mezzo sul quale state viaggiando non aderiscono bene all’asfalto e, nel momento in cui si va a fare anche solo una leggera pressione sul freno, la macchina sbanda e non riuscite più a controllarla, almeno per un breve attimo. Questo avvenimento risulta molto pericoloso e capita specialmente quando si stanno percorrendo delle strade bagnate o ghiacciate e si hanno le gomme consumate.

Per poter misurare l’aderenza stradale si possono controllare gli pneumatici e la strada. Ruote con scanalature spesse, con battistrada ruvido e sistema di drenaggio, offrono una elevata aderenza stradale anche in condizioni avverse. Per quanto riguarda il manto stradale, invece, strade prive di buche dove potrebbe fermarsi dell’acqua o solchi e con superficie ruvida, sono più idonee e dovrebbero facilitare l’aderenza.

Un manto stradale completamente liscio non farebbe aderire nemmeno la ruota migliore e più tecnologica in commercio. Inoltre, anche le strade dovrebbero permettere il drenaggio dell’acqua, con canali di scolo per far sì che non si formino pozze o specchi d’acqua.

Vediamo ora come è possibile misurare l’aderenza stradale. Nello specifico, esiste un coefficiente che, se calcolato, restituisce un valore significativo del grado di aderenza stradale. Si misura dividendo la forza che si crea in maniera tangente al suolo, con il peso dell’oggetto, in questo caso il veicolo, che passa sopra la strada. Il coefficiente di aderenza varia in base alle specificità della ruota, alla velocità alla quale il mezzo sta viaggiando e alla superficie del manto stradale.

Se il coefficiente di aderenza diminuisce, si può verificare lo slittamento delle ruote. Si consiglia, pertanto, di controllare spesso lo stato di salute degli pneumatici e, specialmente in caso di neve o pioggia, rispettare le distanze di sicurezza e controllare la velocità.

Ultima modifica: 13 novembre 2018