Acqua tergicristalli: manutenzione

42061 0
42061 0

Rabboccare l’acqua tergicristalli è un’operazione relativamente semplice che può essere fatta da da sè, vediamo insieme come

La cosiddetta ‘acqua’ per tergicristalli è in realtà una miscela detergente. Essa serve per la pulizia del lunotto anteriore e di quello posteriore e, in alcuni casi, viene impiegata altresì per lavare i fanali. Quella che si compra normalmente contiene metanolo, un prodotto chimico nocivo che può essere pericoloso anche in piccole quantità. Per questa ragione, molti preferiscono preparare il proprio liquido tergicristalli con formula casalinga.

Per prepararla, occorre versare in un contenitore pulito quattro litri di acqua distillata. A questa bisogna aggiungere 240 millilitri di detergente per i vetri: si può scegliere il prodotto che si preferisce, purché non faccia troppa schiuma e non lasci aloni. All’interno del contenitore, i liquidi devono essere completamente amalgamati prima che la miscela venga rovesciata nel serbatoio. In alternativa al detergente per vetri, può essere utilizzata una miscela di 15 millilitri di sapone liquido per i piatti e 120 millilitri di ammoniaca oppure, ancora, può essere aggiunto 240 ml di alcool denaturato per evitare il congelamento nella stagione invernale o, come detergente, un litro di aceto bianco.

È bene evitare sempre di utilizzare acqua del rubinetto, in questo questa è calcarea e potrebbe rovinare gli ugelli. I liquidi tergicristalli acquistabili in negozio, invece, contengono una componente di anticalcare, proprio per scongiurare questa eventualità. Alcune marche particolarmente specializzate offrono soluzioni liquide differenti per lo stesso scopo, adattate a seconda della stagione: una è più adatta nella stagione estiva, l’altra con il freddo. Una soluzione adeguata ed equilibrata, inoltre, permetterà una pulizia profonda senza lasciare aloni sul vetro, i quali potrebbero ridurre la visibilità.

Come si rabbocca acqua tergicristalli

Guidare con un parabrezza sporco risulta pericoloso per il guidatore, per i passeggeri e anche per gli altri utenti della strada, dato che può ridurre di molto la visibilità. Per questo motivo, il liquidi detergente dovrebbe essere sempre disponibile. È buona abitudine portare sempre con sé, nel bagagliaio, una bottiglia piena d’acqua, anche se è da notare che questa, a seconda delle dimensioni della vaschetta per il liquido tergicristalli, potrebbe anche non bastare. Quando il liquido in questione viene usato, e dunque consumato, quotidianamente, tende a esaurirsi velocemente e dunque va cambiato spesso.

Rabboccare il serbatoio dell’acqua è un’operazione molto semplice la cui durata può variare a seconda delle dimensioni della vaschetta ma corrisponde normalmente a un tempo di circa cinque minuti. Può in ogni caso essere effettuata senza difficoltà anche dai principianti: non è consigliato rivolgersi per questo a un meccanico. Per evitare che i condotti si incrostino, è meglio utilizzare acqua demineralizzata, che può essere reperita in qualsiasi supermercato al costo di 20 centesimi al litro, miscelata con liquido antigelo e detergente. Il costo della miscela completa per riempire un serbatoio, è piuttosto contenuto e dovrebbe aggirarsi sui 2-3 euro. Nei negozi specializzati, se decidete di affidarvi all’acquisto di un prodotto piuttosto che a una formula casalinga, potrete trovare, a buon mercato, detergenti poco aggressivi che non fanno schiuma. I prodotti per la pulizia generica e per la pulizia della casa, al contrario, tendono a produrre molta schiuma rendendo difficoltosa la pulizia e, con il tempo, danneggiano la carrozzeria.

È necessario, prima di iniziare a rabboccare il serbatoio dell’acqua, attendere che il motore sia completamente freddo. A questo punto bisogna aprire il cofano, individuare il tappo -normalmente di colore blu- sul quale sono raffigurati il parabrezza e uno zampillo d’acqua e svitarlo. Gli additivi detergenti e antigelo da inserire, oltre a garantire una pulizia più profonda del parabrezza, agiscono contro le possibili incrostazioni.

Se i condotti risultano già otturati dal calcare, è possibile aggiungere alla miscela un po’ di aceto: questo è una sorta di anticalcare naturale e a poco prezzo che non guasta la vernice. In alternativa, si può cercare di rimuovere il calcare con uno spillo. Il metodo di inserire uno spillo è valido anche per riposizionare al centro del parabrezza uno spruzzo d’acqua che si era discostato. Inoltre, in inverno, il liquido antigelo può essere sostituito con alcool denaturato.

Cosa fare quando non esce

Può succedere, e in effetti accade abbastanza di frequente, che il liquido tergicristalli non esca: ciò significa che gli spruzzatori sono ostruiti. In genere la causa è della cera o del lucido per la carrozzeria che si accumula sui loro fori impedendo il passaggio del liquido. Fortunatamente, sbloccare gli spruzzatori del tergicristalli è un’operazione piuttosto semplice.

Prima di procedere, però, bisogna assicurarsi che il problema siano davvero gli spruzzatori. Si può fare un test azionandoli: se, pur non emettendo liquido, si sente comunque il loro classico rumore, è un problema di ostruzione; se, al contrario, nessun suono viene emesso, il problema è la pompa, che va sostituita.Se il rumore è udibile, occorre procedere ispezionando gli spruzzatori per trovare le ostruzioni. Questi si trovano vicino al parabrezza, sulla parte superiore del cofano: se notate su di essi liquido o cera raggrumati, rimuoveteli completamente.

Per liberare le ostruzioni più profonde, invece, è necessario utilizzare qualcosa di sottile e appuntito, come una spilla o un ago, inserirlo nei fori dello spruzzatore, estrarlo e ripulire tutta la sporcizia che si è riusciti a rimuovere. È bene stare attenti a non inserire la spilla più in profondità di dove si sa di poterla rimuovere in sicurezza e a non esercitare troppa pressione sulla parte posteriore dello spruzzatore per non rischiare di spezzare lo spruzzatore stesso o l’ago.Se la spilla non riesce a raggiungere la profondità necessaria, bisogna inserire un filo metallico nei condotti lavavetri: dopo aver aperto il cofano, va rimosso il tubo che si trova alla base dello spruzzatore.

Simbolo acqua tergicristalli

Esiste anche un simbolo, corrispondente a un tasto posizionato sul cruscotto, che serve per pulire il parabrezza, e corrisponde al numero 699. Il simbolo numero 701, invece, indica il tergi-lava cristallo, che aziona simultaneamente il getto d’acqua e il tergicristalli. Entrami i simboli, corrispondenti a comandi che si trovano sul cruscotto, non possiedono però una spia luminosa.

Ultima modifica: 30 giugno 2017