Accessori auto: cosa non può mancare

88 0
88 0

C’era una volta l’autoradio, ossia l’unico tra gli accessori auto che, insieme al profumatone a forma di alberello, era l’immancabile gadget da prevedere sulle vetture in circolazione qualche anno fa. Spesso la radio era venduta in optional e, dunque, il mercato dell’aftermarket puntava molto su questo accessorio. Oggi tutto è cambiato: l’intrattenimento – sempre più sofisticato – è di serie su praticamente tutte le vetture. Quali sono, allora, gli accessori aggiuntivi da acquistare per la vostra automobile? Scopriamolo.

Accessori funzionali

Non è lo stato degli pneumatici a preoccupare l’automobilista di oggi e nemmeno il pieno: quello che lo fa stare tranquillo/a, è sapere che, una volta a bordo della propria autovettura, potrà ricaricare il proprio smartphone. E allora, ecco la prima risposta: un accessorio immancabile in auto è il carica batteria. In realtà è sufficiente un cavo: tutte le automobili sono dotate di entrata USB, basta collegare telefono e auto e in un attimo la carica sarà disponibile.

Naturalmente, lo smartphone di chi guida, non è l’unica preoccupazione della famiglia che viaggia: anche gli altri membri dell’equipaggio sentiranno l’esigenza di caricare i propri dispositivi elettronici (telefono, Tablet, ecc.) e pertanto un cavo non basta più: meglio dotarsi di almeno due caricatori.

Navigatori satellitari

Una volta, compito del passeggero era quello di fare da navigatore: venivano consultate mappe, carte geografiche, stradari. Oggi questi materiali sono di fatto andati in pensione, quello che occorre è un navigatore. Molte vetture lo hanno già di serie, altri automobilisti preferiscono utilizzare il proprio smartphone.

Ma ci sono ancora i navigatori satellitari trasportabili da una vettura all’altra. Sempre più sofisticati rispetto alle prime versioni, sono un sempre valido supporto e dunque possono essere un altro accessorio a cui non si deve rinunciare.

Per i passeggeri più piccoli

Va poi detto che viviamo in un’epoca che potremmo definire “compulsiva” sotto alcuni aspetti: non sappiamo stare fermi, dobbiamo sempre avere menti e mani impegnate, bambini in primis.

Allora, sono molti i genitori che per far stare tranquilli i più piccoli ritengono indispensabili i televisori da viaggio, che facilmente si agganciano al poggia-testa di mamma e papà: altri due accessori, quindi, sono il televisorino e la sua custodia.

Ma c’è anche chi preferisce approfittare del viaggio per far “disintossicare” i piccoli da cartoni animati e video: una valida alternativa è dotare i seggiolini dei bimbi (anch’essi accessorio indispensabile e obbligatorio per legge!) di un tavolinetto porta oggetti. I bimbi potranno così disegnare e colorare, dando spazio alla loro fantasia.

Ultima modifica: 3 dicembre 2018