Acceleratore auto: come funziona

9352 0
9352 0

Acceleratore auto, tutte le funzionalità dello strumento atto ad aumentare la potenza del motore di un’automobile per favorirne la velocità

Acceleratore auto, o comando gas di un’automobile, è un dispositivo, azionato dal pilota del veicolo, atto a determinare l’alimentazione del motore del mezzo e la potenza da questo sviluppata. L’acceleratore auto può essere di tre tipi: a manopola, con pedale, oppure azionabile con leva o grilletto. Nel caso funzioni mediante l’utilizzo di una manopola, si possono distinguere due precise tipologie di acceleratore: il primo, definito ‘normale’ o ‘assiale’, quando la manopola agisce sul cavo gas; il secondo, chiamato ‘rapido’ o radiale’, quando la manopola agisce su una carrucola, posta lateralmente, che avvolge il cavo gas. Tanto maggiore sarà la carrucola, tanto più rapido sarà l’acceleratore.

Meccanismo di comando dell’acceleratore auto

L’acceleratore auto può avere un comando meccanico, quando il collegamento, per l’appunto, avviene in via meccanica, come può essere per un cavo d’acciaio; un comando singolo, qualora si utilizzi soltanto un organo di miscelamento; può essere ‘sdoppiatore‘, nel caso si utilizzino più organi di miscelamento o un motore a due tempi, se è munito di miscelatore. Questi a loro volta possono essere ‘assiali‘ (sistema a trazione lineare dalla forma rettilinea), ‘radiali‘ (sistema di avvolgimento dalla forma rotonda), ‘flangiati‘ (più organi di miscelamento, un solo cavo di comando, carburatori in linea).

Poi, l’acceleratore auto può essere elettronico, senza rilevamento diretto ma soltanto con una rilevazione del comando gas attraverso i TPS (Throttle Position Sensors), ovvero sensori di posizione della valvola a farfalla. Il meccanismo di comando, infine, può agire in modalità diretta, ovvero con il vecchio sistema meccanico, sui sensori del sistema DbW o indiretta, quando agisce direttamente sui sensori del sistema DbW.

Modalità di comando

Anche in questo caso, l’acceleratore auto può essere comandato direttamente (a comando gas corrisponde apertura della valvola gas), lineare (tanto si apre il comando gas tanto si apre la valvola gas), non lineare (quando è possibile modificare il rapporto di apertura), esponenziale (valvola gas che si apre lentamente alle prime aperture per poi aprirsi dopo più rapidamente), logaritmico (l’inverso), controllato (quando il comando gas viene ‘filtrato’ da qualche sistema di controllo preliminare). Infine, può esservi il controllo dell’apertura, che ne evita una eccessiva, e quello di coppia, con il comando gas che comanderà anche il valore di coppia del motore. Infine si ricorda come l’acceleratore auto possa comandare il carburatore (controllo diretto su valvola del gas sulla carburazione), il corpo farfallato (controlla solo la valvola gas) e l’ECU (si comanda un’azione al centro di controllo).

Ultima modifica: 24 giugno 2017