5 regole per una sosta in autogrill consapevole

964 0
964 0

Fermarsi anche solo per pochi minuti durante un lungo viaggio: un piacere che non ha prezzo. E non è un modo di dire, come tutti noi abbiamo imparato a sperimentare acquistando anche una semplice bottiglia d’acqua in autogrill. Ma se evitare di spendere fortune in oggetti tutto sommato superflui è manifestazione di buon senso, rispettare alcune precise disposizioni non è affatto un optional.

Forse molti ignorano che nel fermarsi in un’area di sosta attrezzata con punto ristoro occorre rispettare alcune misure dettate dalle normative sulla sicurezza e il decoro. Se non è un’enclave del Codice della Strada, l’area di servizio rappresenta comunque uno spazio all’interno del quale non è possibile fare tutto ciò è consentito altrove, o almeno non nella stessa maniera. Seguiteci dunque per conoscere le 5 regole da rispettare per una sosta in autogrill serena e consapevole.

Regola numero 1: c’è un limite di tempo massimo per la sosta 

Ventiquattro ore. La legge italiana non consente di permanere oltre tale limite in sosta all’interno di un’area di servizio con punto ristoro. Stessa disposizione del resto è applicata a ogni altra pertinenza autostradale nella quale non si può lasciare in sosta il veicolo per un tempo superiore alle 24 ore. Dopo tale termine, il veicolo può essere rimosso o bloccato, con applicazione di una sanzione variabile a partire da 41 euro, e taglio di 2 punti sulla patente.

Regola numero 2: tenere il piede a freno

Non è necessario dilungarsi più di tanto per spiegare le ragioni della seconda regola da seguire quando ci si ferma per sostare presso un autogrill. La legge impone ai conducenti di veicoli di qualsiasi tipo di ridurre al minimo la velocità all’interno delle aree di servizio.

Occorre procedere con la massima prudenza, a una velocità bassissima che la norma indica orientativamente come “a passo d’uomo”. E infatti sono tanti i pedoni, spesso bambini e anziani, che si muovono in una stazione di servizio, e anche soltanto qualche chilometro in più di velocità potrebbe provocare tragedie.

Regola numero 3: si marcia solo avanti

Questa è una regola che siamo sicuri conosceranno pochi di voi: all’interno delle aree di servizio non è ammessa la marcia dei veicoli all’indietro. E del resto anche in questo caso non è difficile spiegarsene le ragioni: in un’area di sosta si entra solo procedendo in avanti e ogni retromarcia muove la vettura in direzione contraria a chi arriva.

A questa regola si sottrae legittimamente chi deve uscire da un parcheggio all’interno dello spazio di sosta dell’autogrill. Ma deve durare giusto il tempo di mettersi in condizione di marciare in avanti. Violare tale disposizione costa caro: 422 euro di multa e 10 punti in meno sulla patente.

Regola numero 4: sgambettate consentite ma con giudizio

Le aree di servizio sono gli unici spazi autostradali nei quali è consentita la circolazione di pedoni e animali. Ma gli animali possono circolare solo se debitamente custoditi. Ovvero: guinzaglio ben allacciato o conduzione in braccio in totale sicurezza.

Regola numero 5: no autostop

Anche questa regola è sconosciuta ai più. Nelle aree di servizio autostradali è vietato svolgere attività commerciali o di propaganda, così come chiedere o concedere passaggi in automobili. La multa? 41 euro.

Ultima modifica: 11 gennaio 2022