I 5 modelli di pagani più famosi al mondo

638 0
638 0

La Pagani Auto è una casa italiana di auto sportive specializzata nella produzione di automobili capaci di offrire elevatissime prestazioni a una ristretta cerchia di danarosi appassionati di tutto il mondo.

Sono svariati i modelli prodotti dalla casa romagnola che hanno guadagnato una giusta popolarità in giro per il pianeta, ma prima di stilare una mini classifica dei primi cinque, ricordiamo per sommi capi qual è la storia della Pagani Auto.

Pillole di storia

La Pagani Auto vide la luce a San Cesareo sul Panaro (Emilia Romagna) ad opera dell’italo-argentino Horacio Pagani.

Grandissimo estimatore del campione Juan Manuel Fangio, anche lui italo-argentino, Pagani lavorò per anni alla Lamborghini, prima come dipendente interno e poi come collaboratore. Nel 1988 decise di creare la Pagani Composite Research, società tra i cui fiori all’occhiello c’è il contributo dato allo sviluppo della famosissima Diablo.

Ma l’uomo già da tempo meditava di mettersi in proprio e fu così che nel 1992 fu costituita la Pagani Automobili, che per il tramite di Juan Manuel Fangio realizzò subito il colpaccio di ottenere dalla Mercedes la fornitura di motori AMG interamente fatti a mano.

I cinque modelli più famosi della Pagani 

 

  1. La Huayra Roadster: Macchina strepitosa. Ne sono stati prodotti solo cento esemplari, il che fa di questo modello un prodotto esclusivo nel vero senso della parola, per il costo, ma anche perché, venduta la centesima, gli altri potenziali acquirenti sono dovuti rimanere a bocca asciutta. È basata sulla Huyra coupée e vanta un grosso miglioramento rispetto a quel modello: un maggiore spazio interno in altezza.
  2. La Huayra Gyrfalcon: Questa è un’edizione speciale della Roadster. Prende il nome da una delle specie più grandi di falchi, il falco rusticolus o girifalco. La carrozzeria in fibra di carbonio è bianca e ricorda il piumaggio dell’uccello che dà il nome alla macchina. Un’altra grande ed eccitante creatura della casa romagnola.
  3. La Huayra L’Ultimo: Siamo ancora nell’ambito Huayra, ma stavolta, come dice il nome, il modello si caratterizza per essere l’ultimo di questa serie gloriosa. L’Ultimo è arrivata in produzione sei anni dopo l’inizio dell’avventura della Huayra. L’addio è uno di quelli col botto. Si tratta di un modello unico che tra l’altro vuole essere un omaggio a un altro “modello unico”, ovvero il campione britannico di Formula 1 Lewis Hamilton.
  4. La Huayra Americano: Il nome al maschile magari dipende dal fatto che il patron della Pagani parla spagnolo e in spagnolo l’auto è “coche”, al maschile. Chissà. Ad ogni modo, anche qui ci troviamo di fronte a un modello unico ed esclusivo. Una cosetta che nel 2017, quando è uscita, veniva via per qualcosa in più di due milioni di dollari.
  5. La Zonda HP Barchetta: basti dire che è l’automobile sportiva più costosa mai costruita: costa infatti sui venti milioni di dollari. Probabilmente i soli a potersela permettere sono i supervip che appartengono alla categoria del sultano del Brunei, o giù di lì.

 

Ultima modifica: 13 maggio 2019