Come pulire l’interno di un’auto

1001 0
1001 0

Se lavare, asciugare e lucidare la carrozzeria di un’automobile è una fatica relativamente agevole, pulire l’interno auto è tutto un altro paio di maniche. C’è chi non ha pensieri a pulire la macchina fuori ma, quando si tratta dell’interno auto gli piglia l’orticaria e ci si arrangia portando l’amato bene dall’autolavaggio. Meglio spendere qualche soldo che spaccarsi la schiena per due ore e ottenere un risultato mediocre.

Se proprio volete cimentarvi con la pulizia dell’interno auto, qui di seguito vi diamo alcuni consigli che forse vi possono essere utili.

Iniziate dall’aspirapolvere

prima di tutto, munitevi di un apparecchio aspirapolvere. Senza è meglio non incominciare nemmeno. Questo utilissimo elettrodomestico permette infatti di liberarsi dello sporco più grossolano in men che non si dica.

Prima di adoperarlo, però, accertatevi che non ci siano in giro sassolini, rametti o altro materiale del genere. Si tratta di sporco troppo “grosso” e potrebbe ostruire il tubo dell’apparecchio.

Un utile espediente, per rendere più svelta ed efficace la pulizia, è spargere del bicarbonato su sedili e tappetini. Lasciategli fare il suo mestiere per una mezzoretta e poi passate l’aspirapolvere sulle parti così “trattate”.

Una zona abbastanza “rognosa” da pulire è quella sotto i sedili. Per facilitarvi il compito, levate i tappetini e portate avanti i sedili: in tal modo avrete guadagnato un po’ di spazio utile a renedere un po’ più agevole la pulizia.

Quanto alle guide di scorrimento, sappiamo tutti che esse possono raccogliere di tutto e di più: per rimuovere facilmente lo sporco niente di meglio di un pennello con le setole dure.

Come pulire i tappetini

Per i tappetini si può optare tra uno spray di quelli generalmente in commercio oppure una soluzione un po’ più personalizzata. La “ricetta” per un detergente casalingo è presto detta: un quarto di litro di acqua, due cucchiai di bicarbonato, qualche goccia di detersivo per i piatti e un bicchiere di aceto di mele.

Ovviamente avrete avuto cura di togliere i tappetini, prima di procedere. Una volta che avrete passato la vostra “pozione” fai-da-te, dovrete munirvi di una spazzola a setole dure. Dopodiché, dovrete provvedere al risciacquo e chiudere la faccenda mettendo i tappetini ad asciagare (stendendoli).

Se per caso ci sono macchie dure da rimuovere, sarà necessario adoperare prodotti specialistici e più aggressivi.

I sedili di pelle

Se per i comuni sedili va più che bene la ricetta casalinga di cui sopra, per quelli ricoperti di pelle il discorso cambia.

In questa ipotesi meglio ricorrere a un prodotto fatto apposta: la pelle non ama molto i detergenti dozzinali, che per solito sono eccessivamente aggressivi.

Ultima modifica: 19 novembre 2018