Lavaggio auto: come farlo con il fai da te

631 0
631 0

Il lavaggio auto è una pratica usuale che può diventare costosa nel caso in cui venga ripetuto frequentemente. Provvedere alla pulizia della propria vettura è un modo per salvaguardare l’ambiente del mezzo di trasporto in cui si trascorre molto tempo e di conseguenza anche per salvaguardare la salute dei fruitori dello stesso veicolo.

Oltre a queste motivazioni, viaggiare in una automobile lucida, ben pulita e con un buon odore, può provocare una sensazione di confort maggiore. Il costo è superiore nel caso in cui ci si affidi a degli autolavaggi a mano che igienizzano sia gli interni, che la parte esterna dell’auto.

Se, invece, si vuole risparmiare una somma di denaro o si vuole provvedere, anche per piacere e soddisfazione personale, a farlo autonomamente, vi solo altri metodi: il lavaggio a casa e quello presso le stazioni di servizio.

Lavaggio auto a casa: i metodi tradizionali 

Se si è in possesso di un garage personale, di un giardino abbastanza capiente da poter ospitare un’automobile, o di un posto auto di buona grandezza (nel caso in cui si abiti nella periferia di un piccolo centro abitato), il lavaggio può anche essere eseguito nei pressi della propria abitazione.

Basta munirsi dello shampoo per automobili, delle spugne apposite acquistabili in qualsiasi supermarket e del quantitativo di acqua idoneo per poter sciacquare la vettura.

Per il lavaggio esterno, basta insaponare tutto il veicolo e poi sciacquare con l’acqua, che può essere riversata tramite dei comuni secchi di trasporto, o con una gomma collegata alla pompa idraulica. Per compiere un lavoro preciso ed inappuntabile è possibile utilizzare del liquido pulitore apposito per i vetri (da utilizzare anche per gli specchietti).

Nel caso in cui non lo si possegga, anche la comune stazione di rifornimento di carburante nei pressi della propria abitazione, può comunemente provvedere alla lavorazione del vetro anteriore e posteriore.

Dopo la fase di lavaggio, con un panno assorbente si lucida la vettura, che tornerà ad avere un colore scintillante.

Per quanto riguarda le operazioni da svolgere all’interno dell’automobile, è consigliabile prima di tutto togliere tutti gli accessori e gli oggetti presenti. Questo permette di salvaguardare gli stessi oggetti dal deterioramento e per avere una visuale migliore degli interni. Tale concetto vale in particolar modo per quelle autovetture che sono utilizzate per lavoro: macchine di rappresentanza, vetture furgonate ecc.

Dopo di che è possibile procedere con la pulitura per mezzo di un apposito prodotto per gli interni (anch’esso acquistabile presso qualsiasi rivenditore utilizzato) e di un panno atto ad asciugare. Bisogna fare attenzione a non rovinare le superfici delicate ed in particolare quelle in legno. Alcune macchine, infatti, sia per il volante (pensiamo ad alcuni modelli di Alfa Romeo per esempio), ma anche per il cruscotto e le parti laterali, presentano delle fatture in questo materiale.È consigliabile acquistare, o utilizzare nel caso di possesso precedente, un liquido pulitore appropriato con l’intento di garantire una prestanza visiva maggiore a tutto l’apparato.

Per i sedili, è basilare aspirare la polvere e tutte quelle forme di micro-sporcizia che si trovano su di essi. A tal fine, l’utilizzo dei più comuni aspirapolvere da casa può essere utile. Se si compie l’operazione di lavaggio all’interno di un garage nella propria abitazione, infatti, sarà tutto più semplice. È sufficiente collegare l’attrezzo ad una normale presa di corrente e trasportarlo nella macchina, per poi iniziare l’operazione di aspirazione.

Lo stesso dovrà essere eseguito anche nel vano posteriore, anche perché molte volte ci si dimentica dell’importanza della quinta porta: dopo aver fatto la spesa, il più delle volte, gli alimenti acquistati vengono inseriti proprio qui e, dunque, si deve provvedere a garantire l’igiene appropriato. Inoltre, essendo uno spazio chiuso, la polvere tende ad accumularsi più rapidamente. Al termine di tutte queste procedure, la vettura sarà come nuova, senza l’implemento di costi aggiuntivi e con una soddisfazione immensa per chi svolge il compito.

Lavaggio auto presso stazione di servizio

Certo è che provvedere in maniera autonoma al lavaggio auto è il modo più soddisfacente e più economico, ma comporta la perdita di una buona dose di tempo in quanto prestare attenzione a tutti i dettagli per fare un lavoro ottimale richiede parecchie ore.

Nel caso in cui si voglia risparmiare questo tempo, la soluzione è semplice: molte stazioni di rifornimento, nei dei centri abitati, presentano degli spazi per il lavaggio esterno delle vetture. L’utilizzo del macchinario apposito è semplice: arrivato il proprio turno, si trasporta la macchina all’interno della struttura, costituita da una specie di arco. Un semaforo posto davanti alla visuale del guidatore segnalerà lo stop con l’accensione della luce rossa.

Dopodiché, bisogna scendere dalla vettura ed assicurarsi di aver chiuso tutti i finestrini, per non consentire all’acqua utilizzata per il lavaggio di penetrare all’interno e danneggiare la tappezzeria e i sedili. In secondo luogo, bisogna obbligatoriamente togliere l’antenna radio esterna dell’auto, perché in caso contrario verrebbe spezzata in men che non si dica da tutta la struttura.

A questo punto, si procede nella segnalazione del servizio richiesto, presso la centrale della macchina: in base al tipo di prestazione che si richiede, varierà l’importo monetario da versare. Per risparmiare, alcuni non inseriscono l’asciugatura. Dato il via al procedimento, bisognerà solo attendere il termine delle operazioni, che verrà indicato da una luce verde nel predetto semaforo. Il macchinario ad arco svolge la sua attività avanzando e gettando prima acqua e poi sapone sulla macchina.

Lavaggio auto interno

Nelle stazioni di servizio è possibile anche provvedere alla pulitura interna dell’automobile. Basta affiancarsi all’apposito sistema meccanico ed inserire la moneta richiesta per utilizzare il servizio. A tal punto, si attiverà automaticamente un’aspirapolvere composto da un tubo di gomma snodabile con cui poter pulire i sedili e gli interni.

È consigliabile portare l’occorrente da casa per completare le operazioni: detersivi, spugnette ecc. Il luogo sarà comunque utile per chi non è in possesso di uno spazio debitamente grande e utile per svolgerle. La visione di altra gente che compie lo stesso lavoro, tra l’altro, ne stimolerà l’esecuzione.

Ultima modifica: 24 settembre 2018