Noleggio moto estivo: quanto costa

620 0
620 0

Pochi mezzi di trasporto comunicano un senso di libertà ed indipendenza come la moto; in particolare in tempo d’estate potersi muovere in libertà, fuori da abitacoli roventi ed aggirando il traffico vacanziero, è una necessità sempre più sentita e condivisa. Per questo molte persone, durante le loro ferie, si rivolgono a servizi di noleggio moto.

Noleggio moto estivo come funziona

Per noleggiare una moto è necessario essere in possesso della patente A (o della patente B conseguita non oltre il 25/04/1988). La patente A infatti, nota anche come patente A3, permette l’accesso alla guida di ciclomotori senza limiti di cubatura o potenza, a differenza della patente A1 che consente la guida di mezzi fino a 125cc e la a A2 che permette la guida di moto fino ad un massimo di 35Kw di potenza.

Una volta scelta la tipologia di mezzo che si intende noleggiare in base alle proprie necessità ed al tipo di patente posseduta, si possono affittare altri accessori, a partire dall’imprescindibile casco, che è possibile ottenere con una piccola cifra extra, anche se, in alcuni casi, il casco è incluso nel prezzo.

Altri accessori che è possibile noleggiare sono quelli che consentono l’aumento della capacità di carico del mezzo, come borse laterali, bauletto e valigie. Queste, soprattutto in caso di escursioni sulla media e lunga distanza, permettono il trasporto di oggetti per ogni evenienza.

Altro accessorio che può rivelarsi di grande importanza è il navigatore, anch’esso noleggiabile insieme alla moto ed indispensabile per potersi muovere con agio e sicurezza nelle località delle proprie vacanze, che spesso sono luoghi nuovi e non troppo familiari.

Per procedere al noleggio della moto è necessario comunicare il nome del conducente; la moto viene infatti noleggiata in maniera nominale, in modo che l’intestatario dei diritti e doveri del noleggio sia la stessa persona che guiderà effettivamente il mezzo; eventuali problemi nati dalla guida di terze persone renderanno nulle le garanzie e le coperture assicurative.

Assicurazione con noleggio

Le coperture sono molteplici; la prima è la R.C. Moto, ovvero la copertura riguardante la responsabilità civile, che deve essere presente per obbligo di legge; questa forma di tutela è rivolta ai danni involontariamente causati ad altri.

Altra copertura presente è quella per furto e incendio, che tutela non terze parti come la R.C. Moto, ma copre i danni da incendio o tentato furto, o il danno economico causato dal furto stesso. Parte integrante di questo meccanismo assicurativo è la franchigia: questa è una somma che viene depositata al momento del noleggio e che solitamente coincide con la cauzione; tale somma corrisponde alla cifra che il cliente è tenuto a pagare come forma di risarcimento nei casi sopra esposti (furto, incendio, danni a terzi). Infatti in questi casi il cliente è tutelato in quanto non è tenuto a risarcire interamente i danni da lui causati, ma perderà soltanto quell’importo: in caso di danni, ad esempio, per un ammontare di 2000 euro, se la franchigia corrisponde a 500 euro il cliente perderà solo tale somma; il restante sarà a carico dell’agenzia di noleggio. Ovviamente, in caso non si verifichino sinistri, questa somma sarà regolarmente riacquisita dal cliente al termine della durata del contratto di noleggio.

In caso di incidente, per usufruire della copertura è necessario comunicare il sinistro all’agenzia entro 24 ore e compilare correttamente il modulo C.I.D.(constatazione amichevole).

Costi noleggio moto

Un elemento necessario per procedere al contratto di locazione è il possesso di una carta di credito; il pagamento in realtà può anche avvenire in contanti, ma in ogni caso la carta stessa è una forma di garanzia per l’agenzia a titolo di deposito cauzionale. Non sono quindi accettate carte di debito o carte prepagate, in quanto non possono rispondere all’esigenza cauzionale a cui può rispondere invece una carta di credito.

Il costo della locazione dipende dalle singole agenzie, dal periodo dell’anno, dalla tipologia di mezzo; ci sono però elementi che possono aumentare il costo finale, diverso da quello inizialmente preventivato: a parte la perdita della franchigia in caso di sinistro, si può avere un aumento della cifra iniziale a causa del superamento del chilometraggio inizialmente pattuito; infatti, specialmente per le categorie di cilindrata maggiore, è diffusa la condizione del chilometraggio limitato, al superamento del quale si è tenuti al pagamento di un prezzo maggiorato in base al numero di chilometri che sforano da quelli inizialmente calcolati.

Altro elemento di maggiorazione del prezzo è il punto di riconsegna; il mezzo infatti può essere riconsegnato alla stessa agenzia dalla quale è stato prelevato, ma in altri casi può essere reso in una sede diversa; in questo caso può essere prevista una maggiorazione del prezzo.

Vi è poi il caso di smarrimento delle chiavi, il quale implica per il cliente un sovrapprezzo che vada a risarcire la società di noleggio della spesa necessaria per la duplicazione.

Ultimo elemento di maggiorazione del prezzo è la mancata riconsegna del motociclo nei tempi pattuiti, che comporta una penale per ogni giorno di ritardo; per estendere la durata del noleggio senza incorrere in penali è possibile, a patto che il mezzo non sia già stato prenotato da un successivo cliente, comunicare in anticipo la volontà di posticipare la riconsegna.

Infine, ci sono elementi che, pur non aumentando il prezzo del noleggio, non sono compresi e quindi incidono sul prezzo finale, come eventuali multe ed il rifornimento di carburante (il mezzo infatti deve essere riconsegnato col pieno, così come è stato ritirato).

Riguardo ai servizi inclusi nel prezzo, degni di nota sono la manutenzione ordinaria e straordinaria, che sollevano il cliente da ogni preoccupazione sull’efficienza del mezzo ed il soccorso stradale che permettono, gratuitamente, di usufruire di un servizio imprescindibile in caso di malfunzionamento o guasto, specialmente quando si viaggia lontani da centri urbani o dalle arterie stradali principali.

In conclusione, data la copertura assicurativa, i servizi offerti e la comodità del poter avere la disponibilità delle due ruote direttamente nel luogo delle proprie vacanze, è chiaro come sempre più turisti e viaggiatori decidano di optare per il noleggio moto estivo unendo la funzionalità del motociclo alla libertà di potersi muovere, divertendosi, nelle località prescelte per le proprie meritate ferie.

Ultima modifica: 7 agosto 2018