Incidente stradale e assicurazione auto: cosa sapere

876 0
876 0

Assicurazione auto

Quando si è alla guida di un veicolo è obbligatoria la polizza assicurativa altrimenti sarebbe vietata la normale circolazione. L’assicurazione garantisce le eventuali coperture in caso di furto, se è presente questa condizione nel contratto, o in caso di incidente. La copertura riguarda danni a persone e a cose, ma ci sono condizioni in cui la responsabilità per esempio passa al conducente se vige uno scoperto assicurativo. Insomma tante circostanze che sarebbe bene evitare, ma non sempre vi si riesce. L’articolo 2054 del Codice della Strada determina l’obbligo al risarcimento dell’eventuale danno procurato anche se le circostanze variano a seconda della tipologia dell’incidente stradale.

Cosa saper in caso di incidente

Se al verificarsi di un sinistro i due conducenti coinvolti si trovano d’accordo si può subito procedere con il Modulo di Constatazione Amichevole (il Cid) facendo particolare attenzione a compilare tutti i campi e nello specifico le informazioni relative all’altro conducente. Si dovrà poi comunicare alle rispettive compagnie assicurative l’avvenuto sinistro.

Qualora nell’incidente ci fosse un ferito terzo rispetto al guidatore, la responsabilità allora ricadrebbe sul conducente a cui andrebbe indirizzata la richiesta di risarcimento.

Le compagnie assicurative in caso di incidente devono offrire alle eventuali vittime del sinistro entro un tempo determinato una proposta di risarcimento.

Tale condizione varia se per esempio le macchine incidentate sono più di due: infatti ci si dovrà rivolgere alla compagnia di chi ha causato l’incidente.

Se le assicurazioni non dovessero provvedere in tempi certi all’offerta di risarcimento allora si dovrà fare ricorso al Giudice di Pace o addirittura al Tribunale.

Un caso complicato potrebbe presentarsi in caso di incidente o danno provocato da ignoti: non c’è da preoccuparsi in questa situazione, poiché il risarcimento sarà garantito dal Fondo Vittime della strada.

Ultima modifica: 30 marzo 2017