Airflow Vision e le ibride FCA al Consumer Electronics Show

762 0
762 0

FCA al CES 2020 si presenta con una serie di novità che prefigurano il futuro prossimo della mobilità del Gruppo. Tre i temi principali: elettrificazione, User Experience (UX) e connettività Uconnect.

Fiat Chrysler Automobiles punta molto sulle modalità con cui guidatore e passeggeri potranno interagire con le tecnologie avanzate. Senza rinunciare al retaggio della trazione e del design iconico.

Airflow Vision - FCA al Consumer Electronics Show 2020 4

Concept Airflow Vision

L’Airflow Vision è un concept dal design scultoreo che offre un’anticipazione sui mezzi di trasporto premium e sulla User Experience (UX) di prossima generazione partendo dalla considerazione di come guidatore e passeggeri potrebbero interagire avendo a disposizione tecnologie avanzate. Questo concept è stato realizzato per i clienti con uno stile di vita dinamico e che desiderano un’esperienza di viaggio da ‘prima classe’, caratterizzata quindi da un perfetto equilibrio tra dotazioni tecnologiche e ambiente rilassante.

Abitacolo per una nuova esperienza

All’interno, l’UX gioca un ruolo di primo piano ed è stata concepita per offrire un’esperienza affascinante grazie alla grafica multilivello ad alto contrasto e a dettagli ricercati che conferiscono all’interfaccia un aspetto pulito e sofisticato. L’applicazione dei principi di profondità, gerarchia, coerenza e leggibilità consente all’utente di visualizzare e interagire con l’interfaccia in maniera sicura e intuitiva.

Utilizzando una struttura basata su menu, le schermate possono essere personalizzate, semplificate e raggruppate in base alle esigenze e agli interessi personali. Grazie a schermate multiple, l’utente può accedere alle informazioni necessarie e decidere come visualizzarle. Infine, le informazioni visualizzate possono essere condivise con un semplice gesto di scorrimento, consentendo a tutti i passeggeri di partecipare all’esperienza. La personalizzazione è fondamentale, sia che si impugni il volante sia che si svolga il ruolo di copilota.

Gli interni semplici, moderni e spaziosi, presentano una gamma colori dai toni chiari e rilassanti, ed offrono ai passeggeri un’ambiente accogliente per sentirsi a ‘casa lontano da casa’ e un’esperienza di viaggio da prima classe. L’utilizzo delle dimensioni e del piano di carico piatto della Chrysler Pacifica PHEV crea un ambiente comodo e arioso per tutti gli occupanti. Numerosi sono i dettagli in pelle pregiata anche scamosciata. I sedili, realizzati con un’esclusiva struttura sottile che poggia su una base a piedistallo, migliorano il comfort  garantendo maggiore spazio per le gambe, per le spalle e per gli effetti personali di ogni passeggero. L’illuminazione interna consente al guidatore e ai passeggeri di creare un ambiente privato personalizzato.

Nuove proporzioni

All’esterno, il concept Airflow Vision offre nuove proporzioni grazie ad uno stile pulito ed elegante, che suggerisce soluzioni future in termini di design di livello premium. Presenta profilo sportivo, passo lungo, linee slanciate e assetto ampio per creare una personalità ricca di carattere e una silhouette aggressiva e allo stesso tempo raffinata. Semplificato fino alla sua espressione artistica più pura, l’Airflow Vision reinterpreta un corpo muscoloso che fluisce e diventa tutt’uno con le ruote. I cerchi si ispirano agli elementi meccanici di un motore elettrico e creano un effetto di movimento simile a quello dei meccanismi interni di un orologio.

Texture cristallizzate in tutto il veicolo aggiungono un senso di precisione e transizioni intricate tra gli esterni e gli interni. L’illuminazione cristallina a LED fluisce senza soluzione di continuità in una lama che attraversa la vettura creando una presenza imponente. L’aspetto inconfondibile dell’Airflow Vision è completato dalla livrea Arctic White e dal sottoscocca Celestial Blue che trasmettono una sensazione di calma e serenità.

Jeep Wrangler, Renegade e Compass 4xe

Jeep espone al CES tre modelli dotati di tecnologia ibrida plug-in. Si tratta del primo passo nel processo di elettrificazione della gamma Jeep che consentirà al brand di offrire opzioni elettrificate su tutti i modelli entro il 2022. Tutti i veicoli elettrificati del marchio Jeep saranno caratterizzati dal nuovo badge “Jeep 4xe”.

Leggi anche: le Jeep 4xe a Melfi

L’elettrificazione, che comprende i  modelli Jeep 4xe senza compromessi di prossima uscita, contribuirà a modernizzare il marchio Jeep rafforzandone l’impegno a diventare leader nelle sofisticate tecnologie “verdi” ed ecocompatibili. I veicoli elettrici del marchio Jeep saranno i modelli più efficienti e responsabili di sempre. Offriranno il massimo in termini di libertà e silenziosità nella guida ‘open-air’, portando le prestazioni, le capacità 4×4 e la sicurezza del conducente a un livello superiore. Grazie alla maggior coppia motrice e alla risposta immediata del motore, i modelli elettrici Jeep garantiranno un’esperienza di guida ancora più divertente su strada e migliori capacità 4×4 in fuoristrada.

Jeep 4×4 Adventure VR Experience

I partecipanti che desidereranno intraprendere un viaggio virtuale in 4×4 potranno salire a bordo della nuova Jeep 4×4 Adventure VR Experience. Nella cornice del Moab, Utah, una delle destinazioni più popolari tra i Jeepers che desiderano vivere avventure in fuoristrada, i partecipanti potranno affrontare il noto tracciato di Hell’s Revenge.

Il percorso sarà suddiviso in diverse sezioni, ciascuna con un diverso livello di difficoltà, da intermedia a difficile. Come bonus aggiuntivo, le risorse virtuali del software includeranno il punto di vista di un guidatore al volante della nuova Jeep Wrangler 4xe per offrire ai partecipanti un’anteprima della Wrangler più avanzata mai realizzata.

In ballo su quattro cilindri idraulici

L’esperienza virtuale è stata creata posizionando una Jeep Wrangler Rubicon su quattro cilindri idraulici, uno in corrispondenza di ciascuna ruota, che reagiscono agli input forniti dai dati di posizione delle ruote registrati sul tracciato reale. Il sistema idraulico spinge le sospensioni della Wrangler, replicando i movimenti che un guidatore sperimenterebbe superando un ostacolo o scalando un pendio. All’interno della vettura, i partecipanti che indosseranno gli speciali occhiali VR saranno immersi nello scenario reale del tracciato dell’Hell’s Revenge.

Ogni volta che una squadra partecipante completerà una parte del percorso, il suo risultato sarà registrato sotto forma di punteggio e il badge virtuale Trail Rated sarà visualizzabile in tempo reale mediante l’applicazione “Jeep Adventure”. Gli utenti potranno monitorare il punteggio della propria squadra e confrontarsi con gli altri partecipanti alla Jeep 4×4 Adventure VR Experience. Presso ogni nuova kermesse o evento internazionale in cui sarà presente questa esperienza, il modulo sarà arricchito con ulteriori percorsi off-road per offrire al pubblico un’ampia gamma di avventure in 4×4 firmate Jeep in contesti diversi.

L’importanza della User Exeprience

L’UX ha registrato livelli di crescita e di innovazione significativi all’interno dell’industria automobilistica. Presso lo spazio espositivo di FCA saranno installati schermi a doppio lato fino a un metro e ottanta su cui sarà presentato il premiato sistema Uconnect, una base straordinariamente versatile per lo sviluppo di nuovi servizi. Questo sistema che una volta offriva solo funzioni radio oggi è sempre meno vincolato alla vettura e, nel contempo, sempre più utile, ricco di contenuti e personalizzato. Adattato alle esigenze specifiche di ogni marchio e modello, sta diventando un importante motivo di acquisto: la presenza di tecnologia influenza infatti la scelta di circa la metà degli acquirenti di un’auto nuova.

Fiat Concept Centoventi

Centoventi fa il suo debutto nordamericano. Introdotto per celebrare i 120 anni di storia del marchio, il concept è l’espressione perfetta della visione di FIAT per quanto riguarda il futuro della mobilità elettrica di massa.
Decisamente rivoluzionario, affronta la mobilità elettrica con soluzioni di base personalizzabili: la Fiat Concept Centoventi è fondamentalmente una “tela bianca” pronta per essere dipinta secondo i gusti e le esigenze del cliente in qualsiasi momento, senza vincoli di personalizzazione legati alle scelte effettuate al momento dell’acquisto.

Realizzata in un solo colore, la vettura può essere “verniciata” mediante il programma “4U” e gli esterni possono essere personalizzati scegliendo tra 4 opzioni per il tetto, 4 paraurti, 4 copricerchi e 4 rivestimenti.

Per quanto riguarda gli interni, dal quadro strumenti ai vani portaoggetti, dai sedili ai sistemi di ritenuta per bambini, gli accessori interni intercambiabili possono essere installati in modalità “plug and play” dal cliente sul cruscotto brevettato della vettura.

L’innovativa architettura modulare delle batterie consente inoltre di personalizzare l’autonomia portandola da 60 miglia (96 km) fino a 300 miglia (482 km) per soddisfare qualsiasi esigenza e offrire la soluzione perfetta per il pendolarismo urbano o per un fine settimana al mare o in montagna.

Modifiche in ogni momento

Uno dei punti di forza di questa concept car è che i proprietari non devono più attendere la disponibilità di nuovi facelift o edizioni speciali, ma possono modificare la propria auto in qualsiasi momento. Inoltre, la Fiat Concept Centoventi stabilisce un ulteriore standard per le auto, diventando un vero e proprio dispositivo “social” grazie al moderno display installato nel portellone posteriore.

L’auto è stata disegnata e progettata pensando alla condivisione e a nuove forme di mobilità urbana. Il cruscotto è provvisto di un piccolo display posto davanti al parabrezza e rivolto verso l’esterno sul quale esporre messaggi quali: occupato, libero, parcheggio pagato, ecc.; inoltre un secondo, ampio display posto sul portellone posteriore consente alla Fiat Concept Centoventi di superare il concetto di connettività e di diventare un dispositivo “social” attraverso il quale condividere i propri messaggi con il mondo esterno. In movimento, la vettura mostrerà solo il logo FIAT, ma, una volta ferma, il guidatore potrà passare alla modalità “messenger” e comporre un nuovo messaggio da visualizzare sul display.

 

Ultima modifica: 3 gennaio 2020

In questo articolo