Auto volante, una realtà al Consumer Electronics Show di Las Vegas

1551 0
1551 0

Quante volte abbiamo sognato a occhi aperti le città del futuro. Una marea di luci e grattacieli di vetro e il cielo solcato da auto volanti. Al Ces di Las Vegas 2020, nella megalopoli dove l’impossibile diventa realtà, l’auto che vola non è più solo un ardito prototipo, come quelli del gruppo cinese Geely.

Leggi anche: i taxi volanti operativi nel 2023

E’ un progetto concreto con due partner di rilevanza mondiale pronti a sostenerlo: i coreani di Hyundai Motor e il colosso californiano delle mobilità Uber.

Auto volante, una realtà al Consumer Electronics Show di Las Vegas

I primi si occuperanno della parte hardware, progettando prototipi in grado di librarsi in aria, che sfruttino le più recenti tecnologie, i secondi predisporranno servizi di terra e di supporto aereo.

Auto volante, 8 rotori per andare ovunque

Nei padiglioni del Ces, la grande rassegna mondiale della tecnologia, Hyundai ha esposto il PAV (Personal Air Vehicle), il suo primo autovelivolo ribattezzato S-A1. Si tratta di un prototipo pensato per il decollo e l’atterraggio verticale in spazi ristretti. È spinto da motori elettrici, che mettono in funzione 8 rotori, una sorta di grande drone.

S-A1 è in grado di imbarcare fino a 4 occupanti, 5 con il pilota. Per ora la presenza dell’uomo alla guida resta imprescindibile, tuttavia in futuro Hyundai conta di rendere l’aerotaxi del tutto autonomo.

A 290 km/h tra i grattacieli delle metropoli

Il drone Hyundai raggiunge una velocità di 290 km/h, ae vola a un’altitudine compresa fra i 300 e 600 metri. La capacità delle batterie di bordo fornisce all’autovelivolo un’autonomia di circa 100 km. Ma aldilà dell’effetto scenografico dell’auto multieliche, quel che colpisce sono i tempi dichiarati per la realizzazione del progetto. Il traguardo per i primi voli è fissato al 2023. Il sogno è davvero dietro l’angolo.

Giuseppe Tassi

Ultima modifica: 15 gennaio 2020

In questo articolo