Sfida sul giro a Roma, l’uomo batte la tecnologia self-drive

1147 0
1147 0

Roborace continua i suoi test sulle vetture elettriche a guida autonoma che daranno vita a una serie loro dedicata. In occasione del Gran Premio di Formula E a Roma è andata in scena una sfida. Il prototipo DevBot a guida autonoma si è infatti misurato con un pilota in carne ed ossa.

Sulle strade della capitale, la vettura a guida autonoma ha Ryan Tuerck, un professionista del drifting. Il pilota ha preso confidenza con il DevBot facendo alcuni giri di riscaldamento e poi si è lanciato nella prova cronometrata. Il suo tempo sul giro è stato di 1’51″8. Sceso dalla vettura, l’ha poi lasciata nelle mani del software di guida autonoma.

Il miglior giro dell’auto in modalità self-drive è stato di 2’18″4. L’uomo ha viaggiato oltre 26 secondi più rapido della macchina. Roborace sarà una serie di contorno al campionato di Formula E, ma per il momento le vetture sono ancora nella fase dei test. Non si tratta comunque della prima volta che l’uomo batte la macchina.

Lo scorso anno si è tentata una sfida simile anche sulle due ruote. Yamaha ha messo in pista la sua superbike MotoBot pensando che sarebbe stata più veloce nientemeno che di Valentino Rossi. La moto a guida autonoma è in fase di sviluppo dal 2015. La sfida in pista è stata stravinta dal pilota di Tavullia, che ha girato 30 secondi più veloce della MotoBot a guida autonoma.

Ultima modifica: 14 maggio 2018

In questo articolo