Un problema di software sarebbe la causa dell’incidente di Uber

578 0
578 0

Un problema di software. Sarebbe questa la causa dell’incidente provocato da un’auto a guida autonoma di Uber. L’impatto è costato la vita a una 49enne, che ha attraversato la strada davanti alla Volvo XC 90 di Uber. L’investimento è avvenuto a marzo in Arizona. Secondo i tecnici, il problema è del software che dovrebbe decidere come la vettura dovrebbe reagire in caso individui ostacoli sul suo percorso.

In quel caso, i sensori hanno individuato il pedone ma il software avrebbe deciso che non c’era bisogno di una reazione, sostiene The Information. “Non possiamo commentare i dettagli dell’incidente”, ha detto Uber appellandosi alle indagini ancora in corso. Nel video dell’incidente, la sensazione è che il veicolo in modalità di guida autonoma non freni prima dell’impatto.

Uber, il video dell'incidente mortale con l'auto a guida autonoma

Nelle prossime settimane dovrebbe arrivare un report preliminare da parte della National Transportation Safety Board. “Abbiamo avviato delle revisioni di sicurezza sotto ogni aspetto del nostro programma di guida autonoma”, ha detto Uber. “Abbiamo assunto Christopher Hart, ex presidente della NTSB, per avere dei consigli. Stiamo rivedendo qualsiasi cosa, dalla sicurezza del nostro sistema al processo di formazione degli operatori dei veicoli. Speriamo presto di avere delle novità”. In seguito all’incidente, il governatore dell’Arizona aveva imposto a Uber lo stop dei test su strada.

Ultima modifica: 8 maggio 2018