Uber, in arrivo la seconda generazione di auto semi autonome

415 0
415 0

Uber lancerà entro fine anno una seconda generazione di auto a guida semi autonoma. La società americana collabora con Volvo da oltre un anno allo sviluppo di questa tecnologia, le due aziende hanno investito 300 milioni di dollari. La Casa svedese fornisce le vetture e Uber ci mette il software. Negli ultimi mesi sono stati operati notevoli miglioramenti che presto verranno messi in pratica sulle nuove vetture.

Dall’esterno tutto sembra uguale, ma in realtà abbiamo ottenuto tanti miglioramenti“, ha detto l’ingegnere hardware Brian Zajak alla Fox. I nuovi modelli saranno equipaggiati con telecamere a più alta risoluzione. Questo consentirà ai computer di vedere più lontano e alle auto di guidare più velocemente.

Le videocamere sono anche state dotate di un migliorato sistema autopulente. Un aiuto notevole soprattutto nelle condizioni di maltempo, che consentirà di vedere meglio sotto la pioggia e altri agenti atmosferici. Oltre ai miglioramenti delle telecamere, i computer sono stati ridotti come dimensioni. Saranno ancora allocati nel portabagagli, ma occuperanno decisamente meno spazio.

Zajac sostiene che i miglioramenti alla seconda generazione di veicoli, avvicina le auto alla guida completamente autonoma. Passi avanti, sicuro, ma non per una rivoluzione immediata: “Sarà in un futuro ancora un po’ lontano“, ha detto l’ingegnere di Uber.

Ultima modifica: 7 novembre 2017