Toyota: prove di interni per auto a guida autonoma

1050 0
1050 0

Al prossimo CES di Las Vegas (8-11 gennaio 2019), Toyota Boshoku, divisione del gruppo giapponese che si occupa di sviluppare accessori e componenti per veicoli, presenterà due proposte dedicate agli interni delle auto a guida autonoma.

Leggi anche: Bosch al Ces di Las Vegas 2019

Il primo progetto si chiama ACES, acronimo che sta per Active Comfort Engaging Space. È pensato per veicoli con tecnologie di guida autonoma di livello 4: e infatti si vede, dal rendering, il volante necessario al conducente per mantenere il controllo. Esteticamente, a parte uno stile ipermoderno, non si notano particolari novità. La caratteristica più interessane risiede nelle possibili funzioni disponibili.

Toyota ACES
Toyota ACES (Foto: Toyota Boshoku)

Il concept è infatti dotato di un sistema di rilevamento del corpo e della postura, che usa fotocamere e sensori sui sedili per rilevare la posizione della persona. Attraverso questo screening sia il sedile che le cintura si regolano in modo automatico. ACES sarà in grado anche di rilevare lo stato d’animo del conducente: se questo è stressato il sistema regola in autonomia l’illuminazione e spruzza anche una fragranza calmante nell’abitacolo.

Leggi anche: Lazareth LMV 496: la moto volante francese

L’altro progetto di Toyota Boshoku si chiama Moox, nome che deriva dalla combinazione delle parole “mobile” e “box”.

Toyota Moox
Toyota Moox (Foto: Toyota Boshoku)

E in effetti, a guardare l’immagine, appare chiaro il riferimento a una scatola con le ruote. Quest’idea è sviluppata per veicoli completamente autonomi, ma non ci sono ancora dettagli su possibili funzioni e sistemi tecnologici.

Ultima modifica: 28 dicembre 2018