Tokyo 2020, le prime Olimpiadi con auto a guida autonoma

319 0
319 0

Quelle di Tokyo, nel 2020, potrebbero essere le prime Olimpiadi a guida autonoma. Il primo ministro giapponese Shinzo Abe si è dato questo obiettivo. Il governo ha approvato lo sviluppo di questa tecnologia mediante prove su strade pubbliche. A meno di due anni dall’evento a cinque cerchi, il Giappone prova ad accelerare e i test dovrebbero partire a breve.

L’idea è mettere a disposizione una flotta di vetture a guida autonoma per il trasporto pubblico in occasione dell’evento sportivo più importante del mondo. La commercializzazione di questo tipo di veicoli è poi prevista per il 2022. SoftBank Group è l’azienda giapponese che ha investito 2,25 miliardi di dollari per sviluppare automobili a guida autonoma in partnership con General Motors. La scorsa settimana, il dipartimento dei trasporti californiano ha annunciato due programmi pilota che consentiranno test di trasporto pubblico a un paio di aziende che stanno sviluppando veicoli a guida autonoma.

Questa è una delle proposte del governo giapponese per il rilancio e la crescita della propria economia. L’investimento in nuove tecnologie è un punto chiave. Di pari passo alla guida autonoma corre un programma per un nuovo sistema di distribuzione dell’energia attraverso una rete di piccole centrali connesse fra loro.

Ultima modifica: 4 giugno 2018