Via ai test per camion a guida autonoma in Gran Bretagna dal 2018

1626 0
1626 0

Il Governo britannico ha dato il via ai test per camion a guida autonoma a partire dal 2018. Come riporta Auto Express, questi test rientrano in una manovra di governo da 8,1 milioni di sterline (8,7 milioni di euro). L’obiettivo è ridurre i costi dei trasporti e l’inquinamento.

Dal Dipartimento dei Trasporti è arrivato il via ai test di convoglio di camion a guida autonoma. I plotoni saranno formati da almeno tre autocarri in fila a determinata distanza l’uno dall’altro. Il primo sarà guidato da un uomo, detterà la velocità e i movimenti sulla strada. Quelli alle sue spalle, con guida autonoma ma sempre con umani pronti a prenderne il controllo, replicheranno le mosse. Questi saranno connessi con il capofila con sistemi tecnologici di guida automatizzata.

Si dice che in questo modo si conterranno i consumi di carburante e si ridurranno le emissioni. Il primo veicolo taglierebbe l’aria e quelli che lo seguono sarebbero più efficienti. I test saranno portati avanti in tre fasi. Inizialmente le prove avverranno su strade chiuse, mentre dalla fine del 2018 dovrebbe avvenire il via su strade pubbliche.

Mentre il Dipartimento dei Trasporti sottolinea i benefici che questo tipo di tecnologia potrebbe fornire, c’è anche qualche voce fuori dal coro. L’associazione automobilisti britannica solleva problemi di sicurezza. Queste file di camion potrebbero nascondere segnali stradali e svincoli ai normali guidatori.

Ultima modifica: 28 agosto 2017