Tesla Model S si schianta contro auto della polizia, l’Autopilot era in funzione

889 0
889 0

Una Tesla Model S si è andata a schiantare contro un’auto della Polizia parcheggiata a Laguna Beach, in California. Il guidatore della berlina elettrica ha dichiarato che l’Autopilot era in funzione al momento dell’incidente. L’uomo riferisce quindi un malfunzionamento del sistema di guida autonoma. Non il primo con il quale Tesla ha dovuto fare i conti in questi mesi.

La Casa californiana ha velocemente rilasciato una nota, puntualizzando la situazione. “Abbiamo sempre reso molto chiaro che l’Autopilot non rende l’auto immune da qualsiasi incidente“. Trattandosi di una funzione di guida semi autonoma, il guidatore deve comunque mantenere la concentrazione e l’attenzione sulla strada nel caso qualcosa vada storto.

Nell’incidente di Laguna Beach, al di là dei danneggiamenti alle vetture, l’uomo alla guida della Model S se l’è cavata con poche ferite. Ora le indagini proseguiranno e verrà analizzata la scatola nera della vettura per determinare cosa sia successo e cosa non abbia funzionato.

Come si diceva, non si tratta del primo incidente di questo tipo che coinvolge una Tesla. Qualche settimana fa, nello Utah, una Model S ha tamponato un camion dei pompieri fermo a un semaforo. L’Autopilot era in funzione anche in questo caso. I dati di bordo hanno stabilito che la donna al volante lo aveva attivato 1’22” prima dell’incidente. Due secondi dopo averlo attivato ha tolto le mani dal volante fino al momento dello schianto.

Un’altra indagine è in corso per un incidente che ha causato una vittima. Un uomo, alla guida di una Model X, si è andato a schiantare contro uno spartitraffico che non sarebbe stato individuato dall’Autopilot.

Ultima modifica: 31 maggio 2018