Tesla Full Self Driving, l’evoluzione dell’Autopilot è operativa negli USA

3130 0
3130 0

Tesla Full Self Driving (FSD) è tra noi, meglio tra gli americani.

Non si tratta, come farebbe intendere il nome, della guida completamente automatica, ma di una robusta evoluzione dell’attuale Autopilot, uno dei sistemi più avanzati, e apprezzati di guida assistita.

 

Leggi anche: Più autonomia e aggiornamenti per Tesla Model 3

E’ stato lo stesso Elon Musk, come vedete ad annunciarlo con un tweet. Per il momento si tratta di una versione Beta (non definitiva, ma testata dai tecnici) che sarà fornita a pochi selezionati clienti: quelli del programma Early Access.

Musk ha confermato che la prima versione dell’FSD sarà progressiva, non rivoluzionaria. Un passo alla volta.

Ma con evoluzioni a tuto tondo quali la gestione di fermate e ripartenze (da semafori o incroci), una superiore velocità in tutti i tipi di assistenza. E la visione degli ambienti esterni in 4D invece che in 2D.

Tesla Full Self Driving, ma sempre col volante

Una cosa resterà di sicuro. Il volante: il conducente avrà sempre la responsabilità del controllo della vettura, delle sue funzionale e della sua andatura. Su questo non ci sono dubbi.

Leggi anche: Tesla, boom di immatricolazioni nel 3° trimestre 2020

Ultima modifica: 22 ottobre 2020