Stellantis e Israele, accordo per sviluppare le tecnologie di mobilità

1309 0
1309 0

Stellantis ha siglato un accordo Israele per sviluppare tecnologie di mobilità. Il Gruppo franco-italo-americano tramite FCA Italy ha firmato un memorandum di intesa con la Israel Innovation Authority, che è un ente pubblico indipendente deputato allo sviluppo di nuove tecnologie.

Le start-up israeliane sono una delle fucine mondiali di high-tech. Non a caso il Paese è soprannominato anche “Startup Nation”.

Lavoro di squadra

La Israel Innovation Authority ha un programma di ricerca e sviluppo chiamato R&D and Pilot Collaboration with Multinational Corporations (MNC). L’ente, in collaborazione con la Missione economica di Israele in Italia, aiuterà Stellantis focalizzarsi su progetti di tecnologia che possano essere utili al colosso dell’auto.

In caso di interesse, Israel Innovation Authority finanzierà le start-up e Stellantis si occuperà della ricerca, dello sviluppo e dell’eventuale marketing.

Israel Innovation Authority, rifermento per molti

Il focus dell’accordo verte su assistenza alla guida, cybersecurity e industria 4.0. In particolare il self drive sarà uno dei temi chiave del settore. Stellantis non è certo sola nella sua sinergia con la Israel Innovation Authority con la quale collaborano Abbot, Adler Pelzer, Audi, Fujitsu, Hewlett Packard, Ibm, Intel, Nielsen, Renault, Panasonic, Philips, Unilever. Le premesse per sviluppi interessanti ci sono tutte.

Leggi anche: Alfa, Lancia e DS, il nuovo modello nel 2024

 

 

 

Ultima modifica: 8 aprile 2021