Renault Symbioz, il futuro comincia oggi: autonoma, elettrica e connessa | VIDEO

518 0
518 0

Dopo aver svelato al Salone di Francoforte la sua visione dell’automobile per il 2030, con la concept-car Symbioz, Renault ora presenta la demo car. Si tratta della prima applicazione di prototipo funzionante. Che preannuncia un futuro non molto lontano: il 2023, tra cinque anni.

Symbioz, il powertrain

Si tratta di unn veicolo autonomo, elettrico e connesso. Presenta una nuovissima esperienza di vita a bordo e il piacere di guidare o lasciarsi guidare. A bordo di Symbioz demo car, il conducente può delegare la guida al sistema autonomo. Ed utilizzare il tempo che si libera per altre attività. Secondo Renault, gli spostamenti diventeranno vere e proprie esperienze multisensoriali e personalizzate. Con un abitacolo in grado di riconfigurarsi a seconda della modalità di guida prescelta. E con un’auto integrata nell’ecosistema del conducente e dei suoi passeggeri.

Il powertrain di Symbioz

I due motori elettrici sono situati sul retro del veicolo, ognuno dedicato ad una ruota posteriore. Questo sistema di propulsione offre una migliore trasmissione della potenza al suolo per un maggiore piacere di guida. Le sensazioni al volante sono accentuate anche dal telaio 4CONTROL a quattro ruote sterzanti che garantisce una tenuta di strada eccezionale. Vanta una potenza fino a 500 kW e una coppia massima pari a 660 Nm (360 kW e 550 Nm continui). Passa da 0 a 100 km/h in 6 secondi. Il sistema di alimentazione funziona a 700 volt per aumenti di potenza più significativi. E’ dotata di un pack di batterie con una capacità di 72 kWh. L’architettura del prototipo consente di inserire batterie di capacità anche maggiore: fino a 100 kWh.

Renault Symbioz, il futuro comincia oggi

Ultima modifica: 21 dicembre 2017

In questo articolo