Magneti Marelli acquisisce SmartMeUp per la guida autonoma

555 0
555 0

Magneti Marelli annuncia la firma di un accordo per l’acquisto del 100% delle quote di SmartMeUp, start-up francese attiva nel settore del “perception software”, tecnologia che trova applicazione in ambiti quali guida autonoma, “smart cities” e sicurezza. La chiusura della transazione è prevista nell’ultimo trimestre del 2018, dopo l’espletamento di alcuni passaggi formali.

In particolare, SmartMeUp sviluppa software per l’elaborazione di segnali provenienti da sensori, con l’obiettivo di rilevare e riconoscere oggetti nell’area circostante il veicolo, consentire la ricostruzione di un ambiente in 3D (tre dimensioni) e il tracciamento degli oggetti in movimento. Questa tipologia di software è una tecnologia di primaria importanza nel campo dei sensori. E sarà cruciale per la guida autonoma.

Il fattore distintivo del software sviluppato da SmartMeUp risiede nel fatto che necessita di una bassa potenza di calcolo e genera ridotte emissioni di calore. Rendendo possibile l’introduzione su larga scala. Ovviamente per applicazioni integrate nei sistemi automotive.

SmartMeUp e un nuovo software

L’azienda francese ha sviluppato anche un software per il “monitoraggio del guidatore”. Elemento incluso nella tabella marcia di evoluzione dei requisiti NCAP, che ci si attende diventino obbligatori dal 2020. L’acquisizione porterà in Magneti Marelli un gruppo di scienziati e ingegneri dall’elevato grado di competenza specifica. E comprovate capacità nel settore.

Le parole di Pietro Gorlier, CEO di Magneti Marelli.

L’acquisizione di SmartMeUp, assieme all’investimento in LeddarTech per i LiDAR a stato solido e al suo consolidato know-how nel campo dell’illuminazione e dell’elettronica automotive, rafforza ulteriormente il ruolo di Magneti Marelli nello sviluppo delle soluzioni per la guida autonoma, con un focus specifico sui componenti dell’architettura relativi alla sensoristica e alla percezione”.

Il primo passo della strategia di Magneti Marelli in ambito “guida autonoma” è stato lo sviluppo dello “Smart Corner”. Che integra sensori nei dispositivi di illuminazione del veicolo. E l’investimento in LeddarTech, azienda esperta di LiDAR allo stato solido, per lo sviluppo congiunto di sistemi LiDAR per la guida autonoma. Magneti Marelli sta inoltre sviluppando internamente telecamere per applicazioni automotive. E centraline elettroniche per la gestione integrata delle informazioni provenienti dai sensori (sensor fusion).

Ultima modifica: 1 agosto 2018