ID.Buzz AD1, la prima versione a guida autonoma della monovolume elettrica

1782 0
1782 0

La guida autonoma per Volkswagen ha una data: il 2025. Allo IAA Mobility 2021 sono entrati in azione cinque prototipi dello ID.Buzz AD1, la versione self drive del monovolume elettrico che esordirà tra poco. Un preambolo del futuro prossimo.

Le ID.Buzz AD1 a guida autonoma sono state assemblate con Argo AI, l’azienda americana, che collabora anche con Ford, specializzata nei sistemi di guida automatizzata. Il piano andrà a compimento dal 2025, quando Moia, Marchio del Gruppo VW dedicato alla mobilità, inizi un servizio di ride-pooling nella città di Amburgo.

I mezzi in questi mesi sono sottoposti a test sia in zone controllate sia su strade pubbliche. Anche urbane, ovviamente, dove circoleranno maggiormente una volta pienamente operativi.

Le prove in area metropolitana sono a Monaco di Baviera, non distante, poco più di 20 chilometri, dal centro di ricerca e sviluppo di Argo AI che si trova a Neufahrn. Nei pressi dall’aeroporto della città bavarese c’è uno spazio chiuso di nove ettari, sempre di Argo AI, dove i mezzi possono simulare le più svariate condizioni di traffico. Affrontando imprevisti di ogni genere.

Un sistema avanzato

La dotazione ADAS degli ID.Buzz AD1 prevede 11 radar, 14 telecamere e 6 Lidar. Spicca l’esclusivo Argo Lidar sul tetto, capace individuare oggetti sin da 400 metri di distanza. Dotato della tecnologia Geiger-mode, brevettata dall’azienda americana. Riesce a rilevare anche un fotone, quindi le particelle più piccole, anche da oggetti che riflettono pochissimo, i veicoli scuri. Potendo riconoscere di fatto qualsiasi cosa e comunicare una definizione perfetta dell’ambiente in un raggio ampio dalla vettura. Un plus decisivo per la sicurezza.

Leggi ora: Salone di Monaco 2021, tutte le novità

Ultima modifica: 7 settembre 2021

In questo articolo