Hyundai al CES 2019: l’auto autonoma che parla ai pedoni

612 0
612 0

Hyundai Mobis, che si occupa di realizzare sistemi tecnologici per il gruppo Hyundai, ha portato al CES di Las Vegas 2019 un’idea dedicata alla sicurezza dei pedoni. Si tratta di un sistema di illuminazione che consente alle auto a guida autonoma di comunicare con le persone sulla strada le proprie intenzioni e i propri movimenti.

Già a 450 piedi di distanza (circa 137 metri) il sistema entra in funzione: se il veicolo “vede” un pedone sulla strada attiva un segnale luminoso rosso, ben visibile, che avverte la persona della necessità di lasciare la carreggiata. Quando il veicolo si ferma può addirittura disegnare sull’asfalto, con un altro gioco di luci, delle strisce pedonali che avvisano del via libera per attraversare.

Leggi anche: Gli strani veicoli Jaguar Land Rover che comunicano con gli occhi

Prima di ripartire i led sulla carrozzeria mostreranno un conto alla rovescia e delle frecce invece la direzione del viaggio, in modo da far sapere quando e verso dove il veicolo andrà. Il sistema di Hyundai Mobis prevede anche altre funzioni utili, come ad esempio i fari auto oscuranti che evitano di abbagliare pedoni o auto in avvicinamento.

Perché usare delle luci? L’idea sembra quella di essere il meno invasivi possibili: del resto risulta molto meno inquietante se un veicolo autonomo utilizza delle luci al posto di segnali acustici o di una fredda voce da robot. Certo è che bisogna pensare anche alle persone non vendenti, quindi è probabile (anche se non è dato saperlo) che vengano implementati sistemi acustici.

Leggi anche: Jaguar I-Pace, il SUV elettrico col suono per proteggere i pedoni

Ultima modifica: 9 gennaio 2019