Guida autonoma: i test Ford per le strade di Washington D.C.

333 0
333 0

Ford porta le sue auto a guida autonoma a Washington D.C. per un programma di test su strade pubbliche. Si tratta dell’ennesima città americana diventata laboratorio per le prove dell’Ovale Blu, dopo Detroit, Pittsburgh e Miami.

A Washington, però, non si parla solo di test: Ford sta collaborando con le autorità cittadine per studiare e sviluppare un piano di creazione di nuovi servizi e posti di lavoro che ruotino proprio attorno alle nuove tecnologie di self-driving.

Leggi anche: Guida autonoma: i conducenti sono pericolosamente confusi

“L’avvento dei veicoli a guida autonoma”, ha dichiarato Sherif Marakby, CEO di Ford Autonomous Vehicles, “rappresenta un’opportunità le persone in cerca di nuovi posti di lavoro, intervenendo dove i trasporti pubblici non arrivano, introducendo metodologie di consegna per il cibo e di altri prodotti e altro ancora”. Come sempre accade con le nuove tecnologie, il self-driving promette radicali cambiamenti nelle abitudini e nei bisogni delle persone e delle comunità. Per questo, aggiunge Marakby, “lavoreremo con le amministrazioni locali di Washington D.C. per garantire la distribuzione dei nostri test in tutti gli otto quartieri del distretto, con progetti pilota dedicati, lavorando per l’implementazione di un servizio commerciale nel 2021”.

Leggi anche: Domino’s consegna le pizze a domicilio con auto a guida autonoma

Ford, nel frattempo, ha anche avviato una collaborazione con il centro di formazione D.C. Infrastructure Academy per introdurre i residenti alle nuove professioni legate ai test sui veicoli autonomi. Saranno infatti necessari operatori impegnati a monitorare la sicurezza dei veicoli di prova, manutentori e molto altro.

Ultima modifica: 24 ottobre 2018