Gruppo Volkswagen: test di parcheggio autonomo all’aeroporto di Amburgo

450 0
450 0

Fra le ramificazioni della guida autonoma c’è anche il parcheggio autonomo. Il Gruppo Volkswagen sta effettuando test di questo genere all’aeroporto di Amburgo. Le vetture delle marche Volkswagen, Audi e Porsche si muovono autonomamente verso il posto libero con l’ausilio di una mappa dettagliata. Per orientarsi meglio, utilizzano marcatori visivi installati all’interno della struttura.

Secondo il Gruppo Volkswagen in futuro lasceremo le nostre auto semplicemente all’ingresso della struttura. La ricerca del posto libero e le relative manovre di parcheggio saranno eseguite autonomamente dalla vettura, senza stress, possibilità di danni e soprattutto senza perdite di tempo.

I primi clienti potranno sperimentare il nuovoservizio di parcheggio autonomo all’inizio del prossimo decennio. Come per i sistemi di guida autonoma, anche quello di parcheggio autonomo sarà sottoposto a numerosi test. L’introduzione sarà progressiva. In una fase preliminare questa tecnologia potrà essere utilizzata all’interno di determinate strutture e in condizioni di traffico limitato. Ovvero in aree dedicate non accessibili alle persone.

Lo step successivo prevede l’impiego in condizioni di traffico misto. I veicoli in grado di parcheggiare autonomamente si muoveranno all’interno delle medesime aree dell’autosilo utilizzate dalle vetture con conducente.

Il test prevede che gli utenti possano prenotare il parcheggio comodamente da casa, tramite app, e semplicemente lasciare la propria auto all’ingresso della struttura. Tutto il resto avviene in modo completamente automatico. La vettura cerca un posto libero, e all’occorrenza anche una colonnina di ricarica. Ciò è reso possibile da semplici marcatori visivi presenti all’interno dell’autosilo, che orientano l’auto tramite sensori.

Ma non è tutto. Mentre il proprietario è in viaggio, i pacchi ordinati vengono consegnati nel bagagliaio e la lavanderia appende gli abiti appena lavati e stirati direttamente a bordo. Al suo rientro, il conducente invia una breve nota tramite app e, poco dopo, la vettura si fa trovare all’uscita del parcheggio, pronta per tornare a casa. Anche il pagamento avviene in modo semplice e veloce, senza necessità di code alla cassa automatica, naturalmente tramite app.

Desideriamo restituire alle persone il loro tempo e una migliore qualità della vita, minimizzando tempi morti e stress nel traffico grazie a nuove soluzioni“, dice Johann Jungwirth, Chief Digital Officer del Gruppo Volkswagen. “Il nostro obiettivo è una mobilità disponibile ovunque, sempre e per tutti, al tocco di un pulsante“.

Ultima modifica: 16 aprile 2018