Goodyear con Local Motors per lo sviluppo di shuttle a guida autonoma

878 0
878 0

Goodyear ha stretto una partnership con Local Motors, con sede in Arizona, per equipaggiare in esclusiva i veicoli Olli, un minibus senza autista per il trasporto di 8 passeggeri. Questo accordo permetterà a Goodyear di effettuare dei test focalizzati sui pneumatici destinati ai veicoli a guida autonoma.

Goodyear porta Olli al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra. E lo equipaggia con speciali pneumatici non-pneumatici con tecnologia Goodyear DuraWeb.

Questo veicolo si va quindi ad inserire nell’ambito della flotta con cui Goodyear testa le soluzioni di mobilità avanzata. Questi esperimenti hanno luogo in diverse location. Tra cui la struttura di test di Mcity dell’Università del Michigan, un centro di ricerca e sviluppo frutto di una partnership tra pubblico e privato. Che si sviluppa su 5 ettari volti a ricreare strade e infrastrutture.

Le parole di Chris Helsel, Chief Technology Officer di Goodyear.

Il nostro lavoro sui progetti di veicoli a guida autonoma come Olli è uno dei pilastri del nostro programma di sviluppo di soluzioni al servizio della mobilità del futuro. Attraverso programmi pilota in partnership con le principali startup, raccogliamo importanti dati sui veicoli e sulle dinamiche di sharing. E li utilizziamo per migliorare le performance operative di questi veicoli a vantaggio dei clienti.

In aggiunta a questa partnership, in Lussemburgo dove ha sede uno dei suoi due centri di innovazione globale, Goodyear equipaggia 3 shuttle a guida autonoma gestiti dalla società di autobus Sales-Lentz.

Questi veicoli sono in grado di trasportare fino a 14 passeggeri per volta. Ed effettuano corse lungo diverse tipologie di strade locali. I pneumatici Goodyear che equipaggiano queste 3 navette sono dotati di sensori per raccogliere dati in condizioni di utilizzo reali. Che gli ingegneri e i data scientist di Goodyear possono utilizzare per pianificare una manutenzione preventiva e migliorare le prestazioni.

Ultima modifica: 11 marzo 2019

In questo articolo