GM dichiara di essere pronta alla produzione di massa di veicoli autonomi

464 0
464 0

General Motors, attraverso la sua divisione di self-driving Cruise Automation, ha annunciato di aver creato il primo veicolo a guida autonoma pronto per la produzione di massa.

Leggi anche: Ford e Domino’s, le pizze a casa con veicoli a guida autonoma

L’ANNUNCIO UFFICIALE
La notizia arriva direttamente da Kyle Vogt, direttore esecutivo e fondatore di Cruise Automation, attraverso un post sul portale Medium. Il veicolo in questione √® in sostanza una versione modificata della Chevrolet Bolt, al momento ancora nei panni di prototipo. Ma Vogt fa sapere che la Cruise Automation (e quindi General Motors, che l’ha acquistata nel 2016 per 581 milioni di dollari) ha tutti i mezzi necessari in termini di hardware per costruire migliaia di copie di questo mezzo, in un impianto di assemblaggio in grado di sostenere volumi di massa. La previsione √® di oltre 100mila vetture all’anno.

Ci√≤ che manca √® solo qualche altro dettaglio per perfezionare il software di guida autonoma, oltre a una legislazione pi√Ļ chiara e definitiva su questioni di sicurezza e responsabilit√†.

I PRIMI TEST A SAN FRANCISCO
Nel frattempo, attendendo che le prime Bolt autonome raggiungano il mercato, l’azienda inizier√† fra qualche settimana un programma di test con una flotta di prototipi lungo le strade di San Francisco, utilizzabili dai propri dipendenti. In questa fase sar√† comunque presente sempre un tecnico a bordo, per verificare che tutto proceda senza intoppi.

Leggi anche: Apple sviluppa una navetta a guida autonoma per i dipendenti

Ultima modifica: 13 settembre 2017