Bosch ed e.GO, l’auto si parcheggia con una app

541 0
541 0

Bosch ed e.Go hanno avviato una collaborazione per il parcheggio automatico. Il cosiddetto “automated valet parking“. Si va verso un futuro nel quale basterà usare un’app per comunicare all’auto di andare a parcheggiarsi una volta scesi dalla vettura. Questo scenario diventerà realtà ad Aquisgrana entro la fine dell’anno. Il nuovo parcheggio per la produzione di cluster ingegneristici al campus RWTH verrà attrezzato con l’automated valet parking.

Bosch si occuperà delle tecnologie per l’infrastruttura del parcheggio e lavorerà con e.GO per integrare i veicoli della start-up nel servizio. In una prima fase verrà implementato l’automated valet parking, usando fino a 12 auto elettriche e.GO Life. Nella seconda fase, Bosch e e.GO puntano a migliorare l’utilizzo dello spazio di parcheggio all’interno della struttura proprio con l’ausilio dell’automated valet parking.

Il parcheggio autonomo è una tappa importante del percorso verso la guida autonoma. I guidatori lasciano semplicemente la propria auto in un’area di consegna all’ingresso del parcheggio. Utilizzando un’app sullo smartphone, l’auto riceve poi l’istruzione di muoversi fino a uno spazio libero e, successivamente, le viene dato il comando di tornare dal guidatore presso l’area di prelievo.

Quello che rende possibile tutto ciò è l’infrastruttura intelligente. I sensori Bosch installati nel parcheggio monitorano il corridoio di marcia e l’area circostante, fornendo le informazioni necessarie per guidare il veicolo. La tecnologia nell’auto converte in manovre di guida i comandi che arrivano dall’infrastruttura in totale sicurezza e ferma il veicolo in tempo in presenza di ostacoli o se qualcuno attraversa la strada.

Per Bosch, la collaborazione con e.GO è il secondo progetto dell’azienda sull’automated valet parking. Mercedes-Benz è il partner pilota per questa soluzione. Bosch e Mercedes-Benz hanno già implementato l’automated valet parking nel parcheggio del Museo Mercedes-Benz a Stoccarda.

Ultima modifica: 11 aprile 2018