Audi Autonomous Driving Cup, il concorso che stimola la ricerca sulla guida autonoma

463 0
463 0

Il 15 e il 16 novembre 2017 si svolge all’Audi Forum di Ingolstadt la terza edizione dell’Audi Autonomous Driving Cup, competizione dedicata ai giovani talenti di ingegneria e robotica e, come si intuisce dal nome, specializzata nel promuovere la ricerca sulla guida autonoma.

PICCOLE SELF-DRIVING CAR

I concorrenti, suddivisi in otto squadre provenienti da altrettanti diversi atenei tedeschi, si sfidano con dei modellini di automobili, rigorosamente Audi, in scala 1:8, naturalmente elaborati per la guida autonoma. I modellini sono dotati delle stesse tecnologie degli esemplari Audi di produzione che montano sistemi di assistenza alla guida. Ci sono dunque sensori a ultrasuoni, una camera con obiettivo grandangolare, un’altra camera 3D, uno scanner laser (lo stesso montato sulla nuova Audi A8) e una videocamera posteriore per le manovre in retromarcia.

Audi Autonomous Driving Cup
Audi Autonomous Driving Cup (Foto: Audi AG)

A parte queste caratteristiche comuni, ogni team deve sviluppare un proprio software di gestione. Vince chi realizza la self driving car più veloce, più disciplinata nelle regole di circolazione e più sicura delle altre.

Il percorso di gara prevede infatti numerosi ostacoli e incroci, ma anche segnaletica e pedoni da evitare o a cui dare la precedenza negli attraversamenti.

UN PRIMO PREMIO DA 10 MILA EURO

La competizione si snoda in tre passaggi: innanzitutto le squadre devono dimostrare cosa sono in grado di fare i propri modellini in situazioni di guida su normali strade. Il secondo step è esporre i dettagli del lavoro sul software a una giuria composta dagli ingegneri Audi. Infine la gara su circuito, con tutte le auto assieme a sfidarsi in velocità.

Il montepremi è di 18 mila euro, suddivisi in 10 mila euro alla squadra prima classificata, 5 mila alla seconda e 3 mila alla terza.

Ultima modifica: 3 novembre 2017