Apple imbocca la strada della guida autonoma e si affida a Bosch

750 0
750 0

Apple sembra intenzionata a percorrere la strada della guida autonoma e una partnership con Bosch sembra confermare queste indiscrezioni. Le voci da tempo dicono che a Cupertino si stia lavorando a una vettura self-drive, anche dopo l’interruzione del progetto Titan dello scorso anno.

Fra i fornitori della Apple risulta anche la Bosch e il rapporto sembra diretto verso una collaborazione di questo tipo. Dalla Silicon Valley non trapela nulla, mentre un portavoce della Bosch ammette la partnership pur senza svelare ulteriori dettagli anche se appare scontato che sia nel campo dell’automotive.

L’azienda tedesca fornisce componenti come sensori e unità per il controllo elettronico dei veicoli che alimentano freni, sterzo e altre parti della vettura. Apple, che con il sistema Car Play è già entrata da tempo nel mondo dell’automotive, non è interessata a costruire una propria auto a guida autonoma, ma è più indirizzata verso sviluppo del software e dei sensori. In questo senso la partner con Bosch è più di un indizio.

All’interruzione del progetto Titan dello scorso anno, si disse che Apple aveva licenziato decine di ingegneri impegnati nel programma di guida autonoma, ma queste indiscrezioni fanno capire come in California non abbiano messo definitivamente una pietra sopra a questa idea.

Ultima modifica: 10 aprile 2017