Accordo Volkswagen/Mobileye per raccolta dati per le nuove tecnologie di guida autonoma

465 0
465 0

Mobileye è una società israeliana esperta nella raccolta e la gestione di grosse moli di dati, quelle necessarie per il funzionamento delle tecnologie di guida autonoma di nuova generazione, oltre che di prevenzione degli infortuni e per la guida autonoma. L’obiettivo dell’accordo adesso annunciato con Volkswagen è un nuovo standard di navigazione destinato alla guida autonoma a partire dal 2018.

Stando ai termini dell’accordo, Volkswagen sarà in grado di utilizzare le mappe basate su visione attraverso telecamera e le tecnologie di localizzazione del sistema Road Experience Management (REM) di Mobileye. Elemento molto importante della partnership, poi, riguarda la raccolta dei dati, alla base di una nuova generazione di programmi ‘intelligenti’.

Perché i nuovi sistemi di guida autonoma funzionino correttamente serve che le telecamere anteriori acquisiscano informazioni sui cartelli stradali e le memorizzino sfruttando sistemi di archiviazione che si trovano sul Cloud. Le immagini vengono analizzate tramite speciali sensori ottici prodotti da Mobileye e forniscono dati volti al miglioramento continuo di mappe ad alta definizione che consentono una localizzazione di alta precisione.

Il numero sempre più grande di auto presenti sulle strade dotate di tecnologia di questo tipo permetterà di tracciare ogni tipo di informazione. La raccolta, gestione e condivisione di una quantità così importante di dati, però, va fatta con software evoluti come quelli di Mobileye e con l’infrastruttura hardware adeguata a memorizzarli e organizzarli. La prossima generazione di software consentirà di tracciare informazioni anche su flusso del traffico, condizioni stradali e parcheggi disponibili, oltre che relativamente alla segnaletica.

Ultima modifica: 3 marzo 2017