Volkswagen con PowerCo: a Salzgitter lo stabilimento per le batterie per auto elettriche

634 0
634 0

Il Gruppo Volkswagen ha avviato i lavori di costruzione della sua prima fabbrica di celle, a Salzgitter (Germania), alla presenza del Cancelliere tedesco Olaf Scholz. La produzione inizierà nel 2025. Con effetto immediato, la responsabilità del business globale delle batterie passa alla nuova società “PowerCo”. Oltre alla produzione di celle, alla nuova società saranno affidate tutte le attività lungo l’intera catena del valore delle batterie. Entro il 2030 PowerCo investirà insieme ai partner oltre 20 miliardi di euro nello sviluppo dell’area di business, genererà un fatturato annuo superiore a 20 miliardi di euro e impiegherà fino a 20.000 persone solo in Europa.

Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz

 In occasione della cerimonia di posa della prima pietra, il Cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato: “Oggi è un giorno importante per l’industria automobilistica in Germania e in Europa. Il Gruppo Volkswagen mostra come potrebbe essere il futuro di una mobilità sostenibile e attenta al clima. Insieme, a Salzgitter stiamo gettando basi significative per dar forma a questo futuro”.

Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen: “Oggi non solo posiamo la prima pietra di questo stabilimento, ma compiamo anche un passo strategico fondamentale. Il business delle celle batteria è uno dei capisaldi della nostra strategia NEW AUTO, che porterà il Gruppo Volkswagen a diventare un provider di riferimento di mobilità sostenibile e basata su software. La costruzione della nostra fabbrica di celle è un progetto enorme dal punto di vista tecnico ed economico e dimostra che stiamo portando in Germania la tecnologia all’avanguardia per il futuro!

PowerCo raggruppa le attività relative alle batterie a livello globale

Il Gruppo Volkswagen concentra le attività relative alle batterie a livello globale sotto la responsabilità della società europea (SE) PowerCo. Da Salzgitter e con effetto immediato, PowerCo gestirà le operazioni nelle fabbriche a livello internazionale, l’ulteriore sviluppo della tecnologia delle celle, l’integrazione verticale della catena del valore e la fornitura di macchinari e attrezzature agli stabilimenti produttivi. In prospettiva sono previsti altri prodotti come grandi sistemi di accumulo per la rete energetica. Dopo Salzgitter, la prossima fabbrica di celle sorgerà a Valencia. Attualmente sono in fase di identificazione le location per altri tre siti produttivi in Europa. Oltre a questi, PowerCo sta anche già valutando la possibilità di costruire ulteriori gigafactory in Nord America.

PowerCo sarà guidata dal CEO Frank Blome e dai Membri del Consiglio di Amministrazione Sebastian Wolf (Chief Operations Officer), Kai Alexander Müller (Chief Financial Officer), Soonho Ahn (Chief Technology Officer), Jörg Teichmann (Chief Purchasing Officer) e Sebastian Krapoth (Chief Human Resources Officer). Thomas Schmall, Membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen con responsabilità per la Tecnologia e Presidente del Consiglio di Sorveglianza di PowerCo: “Con la costruzione della nostra prima fabbrica di celle, stiamo implementando con coerenza la nostra roadmap tecnologica. PowerCo diventerà un player globale nel campo delle batterie. Il principale punto di forza della società sarà l’integrazione verticale, dalle materie prime alla cella e fino al riciclo. In futuro, gestiremo internamente tutte le attività rilevanti e otterremo un vantaggio competitivo strategico nella corsa per assumere un ruolo guida nella mobilità elettrica. Ci siamo assicurati un team di alto livello per questo grande progetto“.

Daniela Cavallo, Presidente del Consiglio di Fabbrica Generale e del Gruppo Volkswagen: “Oggi è un giorno da celebrare. Stiamo creando, nel cuore dell’Europa, una nuova area di business orientata al futuro e fino a 20.000 posti di lavoro con prospettive stabili, di cui 5.000 solo a Salzgitter, a casa del Gruppo Volkswagen. L’impegno e la responsabilità per la trasformazione di questo importante impianto e per la salvaguardia di posti di lavoro sicuri per i collaboratori del sito sono costanti. Questo principio rimane una delle nostre linee guida, così come lo è stato fin dall’inizio per quanto riguarda il campo delle batterie, è saldamente ancorato nel Patto per il Futuro ed è stato difeso con forza per molti anni. Il risultato di questi sforzi è un modello di riferimento per la transizione ecologica e sociale”.

Il Ministro Presidente dello Stato della Bassa Sassonia, Stephan Weil: “A Salzgitter possiamo vedere la trasformazione dell’industria automobilistica più chiaramente che in qualsiasi altro luogo in Germania. Presto, dove oggi escono dalla linea motori a combustione, si produrranno celle per le batterie. Qui si stanno creando posti di lavoro per gli anni a venire. In futuro il cuore dell’industria automobilistica sarà elettrico, e batterà in Bassa Sassonia“.

La fabbrica standardizzata e la cella unificata per una rapida diffusione globale

In occasione della cerimonia di posa della prima pietra, il Gruppo ha presentato per la prima volta il concept della fabbrica standardizzata; Salzgitter fungerà da modello per le fabbriche dedicate alla produzione di celle in Europa e fisserà nuovi standard in termini di sostenibilità e innovazione. “Ciò che abbiamo testato milioni di volte con piattaforme modulari per veicoli, come la MQB e la MEB, sarà anche la base per avviare la produzione di celle: standardizzeremo sulla base delle regole europee e produrremo su larga scala. Così combineremo velocità e ottimizzazione dei costi con i più elevati livelli qualitativi” ha affermato Frank Blome, CEO di PowerCo.

La standardizzazione non riguarderà solo le attrezzature, gli edifici e le infrastrutture, ma anche i prodotti, i processi e l’IT. In questo modo saranno realizzate fabbriche che potranno essere rapidamente convertite per ulteriori innovazioni di prodotto e produzione. Ogni fabbrica sarà alimentata al 100% con elettricità da fonti rinnovabili e sarà progettata nell’ottica del riciclo a circuito chiuso.

 Il Gruppo Volkswagen ha anche presentato la cella prismatica unificata, annunciata al Power Day nel 2021. Questa consente l’utilizzo flessibile di diverse composizioni chimiche cellulari e sarà impiegata in fino all’80% di tutti i modelli del Gruppo. A Salzgitter, dal 2025 si produrranno le celle unificate per il segmento di volume. In futuro, l’impianto raggiungerà una capacità annua di 40 GWh, sufficiente per circa 500.000 veicoli elettrici. Entro il 2030, il Gruppo Volkswagen intende gestire insieme ai propri partner sei gigafactory in tutta Europa, con una capacità complessiva di 240 GWh. La nuova cella unificata sfrutta le sinergie e ridurrà i costi della batteria fino al 50%. I prototipi prodotti finora hanno fornito prestazioni molto promettenti in termini di autonomia, tempi di ricarica e sicurezza, requisiti fondamentali per un futuro standard industriale.

Ultima modifica: 8 luglio 2022

In questo articolo