Uber Elevate, taxi volanti sviluppati con Nasa ed US Army

1505 0
1505 0

I taxi volanti sono una questione seria, allo Uber Elevate Summit svoltosi a Los Angeles c’è stata la conferma. Il mondo degli eVtol, acronimo di electric vertical take-off and landing, mezzi elettrici a decollo e atterraggio verticale, è in grande sviluppo.

Uber Elevate – US Army

Uber ha comunicato di avere stipulato un accordo con l’esercito Americano, l’US Army, per lo la realizzazione di un nuovo rotore. Anzi un doppio rotore sovrapposto, con l’obiettivo di ridurre la rumorosità. Una soluzione adatta per i droni in ambiente bellico, ma anche civile per il comfort acustico di tutti.

Uber Elevate – Nasa

Uber ha annunciato anche un accordo con la Nasa. Per lo studio di tecnologie connesse alla mobilità aerea urbana. Per avere la sicurezza e l’efficienza in cielo in aree molto popolate. Il traffico aereo senza equipaggio resta un obiettivo non vicinissimo, ma ambito da molti. I taxi volanti sono considerati una reale possibilità. I colossi stanno valutando l’effettiva operatività e le problematiche connesse.

Uber Elevate, taxi volanti sviluppati con Nasa ed US Army

I progetti non mancano, anche Airbus ad esempio sta studiando con Audi. Al pari delle auto elettriche sono da sviluppare infrastruttureadeguate per decollo e atterraggio. Tetti degli edifici, grandi svicoli sono alcune possibilità. Si tratta di un altro nodo cruciale.

Uber Elevate, taxi volanti sviluppati con Nasa ed US Army

Ultima modifica: 12 maggio 2018