Toyota toglie tutti i diesel dalla gamma in Italia

3338 0
3338 0

Toyota toglie tutti i diesel dalla gamma in Italia. Addio motori a gasolio per tre modelli importanti del marchio giapponese. Si tratta dell’utilitaria Yaris, della compatta Auris e del SUV RAV4.

L’operazione si chiama Diesel Free. Dallo scorso 1° gennaio 2018, la gamma passenger car ha abbandonato i motori a gasolio. Il diesel rimane operativo su i fuoristrada e veicoli commerciali di Toyota. Ovvero, Hilux, Land Cruiser, Proace e Proace Verso. Accanto alle motorizzazioni ibride, resteranno disponibili le sole unità benzina 1.0, 1.2 e 1.5 sui segmenti delle piccole e delle compatte.

Una scelta importante e controcorrente in questo momento. In Italia il diesel nel 2017 ha coperto il 57,6% del mercato.

 

 

Quindi Aygo, C-HR e alla famiglia Prius si aggiungono Yaris, Auris e RAV4, modelli su cui non saranno più disponibili motorizzazioni diesel. L’obiettivo è quello di ridurre notevolmente l’impatto di polveri sottili ed NOx sull’ecosistema del paese e sulla salute delle persone. Inoltre tutti i modelli citati, (ad eccezione al momento di Aygo) saranno disponibili in versione ibrida in grado di abbattere consumi ed emissioni ed assicurare migliore qualità dell’aria.

Toyota punta a 5,5 milioni di auto elettrificate

Questa importante decisione conferma la volontà di Toyota di portare avanti il processo di elettrificazione delle proprie auto, alla base dell’obiettivo recentemente annunciato di arrivare a vendere entro il 2030, oltre 5,5 milioni di vetture elettrificate l’anno, incluso 1 milione di veicoli a zero emissioni (BEV, FCEV).

L’ibrido vola nel mercato

Nel 2017 sono arrivati risultati importanti per l’ibrido: +71% rispetto al 2016). I risultati di vendita registrati nel 2017, vedono superare la soglia delle 89.000 vetture vendute. Un volume che non si toccava dal 2008, ultimo anno prima della recessione. 180.000 italiani hanno scelto l’ibrido Toyota e Lexus. Ovvero oltre il 60% del totale delle vendite del gruppo.

Ultima modifica: 3 gennaio 2018