Toyota e Panasonic insieme per sviluppare batterie più efficienti

901 0
901 0

Due colossi giapponesi, Toyota e Panasonic, si sono alleati per lo sviluppo delle batterie con celle prismatiche per automobili. Di cosa si tratta? Sono accumulatori di forma rettangolare, paragonabili a quelli usati su computer portatili, smartphone e tablet, più avanzati rispetto a quelli cilindrici in uno nel settore automotive.

Non è una novità assoluta, anzi. Il Gruppo auto con sede nell’omonima città, Toyota, e Panasonic, che ha il quartier generale a Osaka, collaborano sin dal 1953. E anche le ibride Toyota sono un risultato di questa fortunata sinergia. Toyota punta anche sull’elettrico e il 2020 sarà una data spartiacque nei suoi programmi.

Toyota e Panasonic, la ricerca dell’efficienza massima della batterie

Efficienza, tempi di ricarica e autonomia. Questi sono i punti cardine sui quali Panasonic lavorerà per incrementare le caratteristiche delle prossime batterie a celle prismatiche, che hanno un vantaggio essenziale. Grazie alla loro forma rettangolare offrono una densità superiore, e quindi migliori prestazioni, rispetto alle batterie cilindriche.

Due leader di settore indubbiamente. Ma va ricordato anche che Panasonic lavora anche con Tesla per realizzare la Gigafactory in Nevada dedicata alla costruzione di batterie.  Dal canto suo Toyota ha operative sinergie simili con Mazda e Denso. E sta facendo ricerca e sviluppo autonoma sulle batterie allo stato solido.

Ultima modifica: 14 dicembre 2017