Toyota e Lexus al Fleet Motor Day a Vallelunga

691 0
691 0

All’autodromo di Vallelunga per il Fleet Motor Day, l’appuntamento dedicato ai Fleet e Mobility manager vede Toyota e Lexus impegnate per far provare dal vivo l’esperienza di guida. Toyota offre il sistema di sicurezza attiva Toyota Safety Sense di serie su tutte le vetture della gamma.

Tra le proposte il RENT PER DRIVE, la formula di noleggio a lungo termine che include la manutenzione ordinaria e straordinaria.

In esposizione al Fleet Motor Day saranno presentati il crossover Toyota C-HR Trend e la nuova Lexus LS.

Molto ricco il programma degli appuntamenti. Che prevede test drive dedicati insieme a tre piloti dell’Academy Toyota. Importante novità di questa edizione sono i test ADAS (Advanced Drivers Assistance Systems) e i test di frenata sul bagnato.

Diversi i percorsi per l’edizione 2018, come ad esempio: il circuito, il percorso stradale, l’Off road Light e l’Off Road Experience, l’area di guida sicura formata dal percorso Ev, il percorso LCV, i test Adas e i test di frenata sul bagnato.

Toyota e Lexus al Fleet Motor Day a Vallelunga

Per i test drive, a scendere in pista per Toyota saranno il crossover C-HR nella versione Style e Business. Rav4 4×4, Land Cruiser, la nuova Yaris Hybrid, Prius Plug In per il percorso elettrico. E Proace per i veicoli commerciali. Lexus darà invece la possibilità di provare NX 4×4 e RX F sport.

Le parole di Massimiliano Loconzolo, Responsabile Flotte Toyota Motor Italia

Il trend positivo che Toyota e Lexus – unico brand 100% Hybrid – hanno ottenuto nel canale privati, viene confermato anche nel settore business. Dove i dati evidenziano un risultato attestato intorno al 84% della mix di Toyota nell’ultimo anno. La partecipazione al Fleet Motor Day 2018 fa sì che i nostri brand possano mostrarsi al pubblico Business in modo rinnovato. Grazie soprattutto all’offerta che presentiamo qui sul fronte Hybrid Electric. Siamo consapevoli che proprio questa tecnologia rappresenti la soluzione attualmente più accessibile verso il nostro obiettivo emissioni zero”.

Ultima modifica: 5 aprile 2018