Toyota Corolla Hybrid, prova su strada. Green di potenza e di efficienza | VIDEO

3556 0
3556 0

Corolla da oltre mezzo secolo domina il mondo, ora torna anche in Italia e in Europa. La compatta Toyota riprende il suo nome: addio Auris. La segmento C giapponese dal 1966 è stata consegnata in oltre 45 milioni di esemplari, nei numeri sta davanti anche al mito Golf.

La dodicesima generazione rientra dalla porta principale, solo con powertrain ibrido (benzina/elettrico) a due facce, Dual Hybrid. Col 1.8 che eroga, di sistema, 122 cavalli e 163 Nm di coppia e con il nuovo e più potente 2 litri, che abbinato a un propulsore elettrico a sua volta più prestazionale, scarica a terra complessivamente 180 cavalli e 202 Nm.

Corolla, disponibile in versione cinque porte (4,37 metri di lunghezza, 4 in più di Auris) e familiare (Touring Sports 4,65 m) non nasce per essere “wild”, ma efficiente e fluida.

Ciò grazie alla nuova piattaforma TNGA, già di Prius, CH-R e RAV4, che permette di unire l’utile al dilettevole, grazie al baricentro abbassato e alla rigidità aumentata del 60%.

Comfort e buone doti dinamiche, Corolla non è solo un’auto pratica, con il pollice verde e con uno alto rapporto qualità/prezzo.

Disponibili da fine marzo. La 1.8 da 23.700 euro, la 2.0 da 31.850, ma le promozioni arrivano fino a 4.650 euro. Il design più affilato, la presenta con un piglio diverso: il lavoro del Centro Stile Europeo Toyota è evidente. Non va fuori dalle righe, ma non passa nemmeno inosservata.

Equipaggiamento e accessori Corolla Hybrid e Corolla Touring Sports Hybrid

Eccellente la dotazione di serie su tutti gli allestimenti, che sono Active, Business, Style e Lounge. In particolare quella dei sistemi di assistenza alla guida.

Che comprende il Safety Sense 2.0, che comprende pre-collisione, cruise control adattivo full range, mantenimento attivo e avviso superamento corsia, riconoscimento segnaletica stradale e abbaglianti automatici.

Listino Corolla Hybrid e Corolla Touring Sports Hybrid

Nell’abitacolo rinnovati plancia e cruscotto, con un bel mix di analogico e digitale. Predomina il secondo, ma i comandi “fisici” sono essenziali e facili.

Un contesto virtuoso, valorizzato, come su nuova RAV4, da una qualità elevata dei materiali. Solo il navigatore resta un gradino sotto all’eccellenza generale

Scheda tecnica Corolla Hybrid e Corolla Touring Sports Hybrid

I quasi 30 centimetri (29) di vantaggio di lunghezza della wagon permettono maggiore abitabilità (passo di 270 cm contro 264) e capacità di carico. Il bagagliaio della familiare a partire da 596 litri (fino a 1606), contro i 361 (non molti, a dire la verità: 313 per il 2.0) della cinque porte .

Su strada nuova Corolla ha mostrato un bel piglio. Piacevole, precisa e silenziosa, a patto di viaggiare con un filo di gas.

Come va su strada

Il cambio “planetario” a variazione continia (e-CVT), non dispone della stessa fluidità degli automatici: meglio non forzare. Unico appunto in un contesto di livello molto elevato. Il comfort è notevole: l’ibrida, per brevissimi tratti può viaggiare solo elettrica fino a 120 km/h.

I consumi reali? La power unit da 122 cavalli è accreditata come più virtuosa, la 180 è nettamente più prestante (0-100 in 7,9 secondi contro 10,9).

Nella prova su un percorso misto a Palma di Maiorca entrambe hanno totalizzato lo stesso consumo medio, 5,6 litri/100 km. Ovvero una percorrenza di 17,6 km/litro. Un bel passo Corolla Touring Sports sarà l’auto ufficiale del Giro d’Italia nel 2019 e nel 2020.

Ultima modifica: 15 febbraio 2019

In questo articolo