Tesla Model S Long Range Dual Motor, prova su strada col sistema V10

3984 0
3984 0

Model S è l’icona di Tesla, l’archetipo dell’auto elettrica che piace. Per tecnologia, prestazioni e autonomia superiore alle altre BEV (Battery Electric Vehicle).

In produzione dal 2012, disponibile alle nostre latitudini dalla seconda metà del 2013, si è aggiornata, rimanendo un punto di riferimento.

Non apparteniamo a nessuna parrocchia, ma è un dato di fatto che Tesla sia l’unico Marchio negli ultimi anni che si sia ritagliato dal niente uno status di auto premium, intaccando almeno in parte, l’alone di impenetrabilità del “club” dei noti Costruttori tedeschi .

Leggi anche: Tesla Model X, la prova su strada di QN Motori

Poco più di un anno fa noi di QN Motori avevamo provato il crossover Model X. Adesso tocca alla più classica grande berlina e ai suoi 4,97 metri di lunghezza: importante nelle dimensioni, ma sempre ben proporzionata.

Il test riguarda una Model S Dual Motor Long Range. Dotata della batteria da 100 kWh di capacità, spinta da un motore a magnete permanente all‘anteriore e un motore a induzione al posteriore.

I propulsori sono indipendenti, posti uno su ogni asse, offrono la trazione integrale elettrica. Permettono un’efficienza aumentata del 10%. E generano una potenza di 562 cavalli e 775 Nm di coppia.

Tesla Model S Long Range Dual Motor è accreditata di 610 km di autonomia del ciclo WLTP e di prestazioni importanti. Accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi e velocità massima  di 250 km/h.

Il prezzo di listino è di 88.900 euro. Con Autopilot di serie, che garantisce la guida assista di livello 2. Che permette a Model S di sterzare, accelerare e frenare automaticamente in base alla presenza di altri veicoli e di pedoni nella corsia di marcia.

E’ dotata di 1 radar, 8 telecamere e 12 sensori ad ultrasuoni, come tutte le Tesla daottobre  2016.

E’ consigliabile aggiungere la “Guida autonoma al massimo potenziale (6.700 euro). Un antipasto degli ADAS di livello 3.

Che aggiunge:

  • Funzione Navigazione con Autopilot: guida automatica nella gestione dello svincolo autostradale, inclusi incroci e sorpassi di auto più lente.
  • Cambio di corsia automatico: cambi di corsia automatici durante la guida in autostrada
  • Autopark: parcheggio parallelo e perpendicolare.
  • Summon: parcheggio e recupero automatico del veicolo.

Negli anni Model S si è evoluta. Nel design, nell’aerodinamica, nell’efficienza dei motori e nella multimedialità. oltre il 70% dei componenti è stato riprogettato o aggiornato.

Il sistema V10

La grande novità è il la versione 10 (V10) del sistema software di Tesla. Che permette un’immersione ancora più totale nel multimediale.

Dal grande display centrale da 17 pollici si può accese a YouTube, Netflix, Spotify Premium e Hulu (quest’ultimo solo in USA). Ovviamente i video si possono guardare solo da parcheggiati, mentre l’audio è sempre fruibile.

Il Caraoke su Tesla Model S

La le novità del V10 spicca certamente il Caraoke, un passatempo per divertirsi da soli o in compagnia molto godibile. Dotato una libreria di brani piuttosto ampia. Tesla Arcade invece fornisce un’offerta ancora superiore di videogiochi.

Tesla Model S Long Range V10, prova su strada 12-2

Come per Model X, anche Model S fa entrare in un mondo a parte. La gestione tramite il display da 17″, i pochissimi tasti sul volante o la app sullo smartphone non sono più esclusive. Ma restano concentrare nel modo più pratico.

Non leggera, ma agile e precisa

Il peso a vuoto è notevole, 2.175 kg, ma la grande berlina regala un’ottima agilità e un grande comfort di marcia. Bilanciate e funzionali le sospensioni pneumatiche adattive.

Il loro software, come quello di altri sistemi o parti della vettura, è aggiornabile over the air, grazie alla connettività 4G e Wi-Fi di cui è dotata di serie. Un altro passo nel futuro prossimo.

Accelerazione e ripresa restano eccezionali. Per i puristi non emoziona come una GT dotata di V6 o V8, ma è in grado impressionare e soddisfare, la stragrande maggioranza dei guidatori. 

Per prestazioni, fruibilità  e A bordo la situazione è molto gradevole: spazio per cinque passeggeri e capacità di carico, grazie ai vani nel cofano anteriore e posteriore, che va da 745 a 1645 litri.

Rispetto a Model X si viaggia più bassi e con meno spazio sopra la testa, ma la guidabilità e la precisione, specialmente quando si forza il ritmo, sono decisamente superiori.

Qualche svista

Cosa si può migliorare? Essendo un prodotto con un prezzo di listino prossimo ai 100.000 euro alcune lacune nei dettagli (guarnizioni portiere e finestrini non irreprensibili …) sarebbero da evitare a prescindere. Nessuno è perfetto, direte, un passo manca ancora.

Tesla Model S Long Range Dual Motor, autonomia e consumi

Durante la nostra prova abbiamo effettuato un serie variegata di percorsi. Autostrada, superstrada, statale e urbana. Model S Long range ha mostrato di poter “digerire” 400 chilometri senza drammi in autostrada e un centinaio in più nelle altre situazioni.

Il miglioramento c’è stato, con i Supercharger, ora adattati a ricariche potenti da 150 kW i lunghi viaggi non sono un problema. Tesla ha disposto 300 Supercharger (gratuiti per Model S e Model X) in Italia distribuiti in 33 stazioni.

La questione cambia con la ricarica domestica a 3 kW, con la quale i tempi diventano biblici. Programmando e con pazienza di possono arrivare a stivare 100/120 km (circa 20 Kw) a notte.

Il nodo è il resto della rete di ricarica, al di fuori del privato o di TeslaIn Italia non è adeguata per la maggior parte degli utilizzatori. 

Nel nostro caso, abbiamo effettuato un Roma-Bologna senza aver bisogno di uno scalo. Più in generale, bisogna sempre stare attenti alla situazione della batteria, ma senza patemi eccessivi.

Tesla Model S ha le stigmate della gran tourer, apprezzabile anche nei tragitti di tutti i giorni. Un’auto di lusso e di prestigio, concepita con una filosofia diversa.

Una vettura esclusiva per contenuti e prezzo, con dinamiche alternative, con pro e contro, rispetto alla potenziale concorrenza. Che si sta attrezzando: Tesla con Model S, in Italia è presente da sei anni, indubbiamente uno status, anche al netto dei “fedelissimi”, lo ha guadagnato. La sfida sarà espanderlo a breve termine.

 

 

Ultima modifica: 8 gennaio 2020

In questo articolo