Tesla: un marchio automobilistico americano

593 0
593 0

Tesla è la casa automobilistica statunitense che ha rivoluzionato l’idea di auto elettrica, dominando il mercato con le sue Roadster, Model S, X e 3.

Sono i modelli che hanno cambiato la percezione stessa di un’auto elettrica. Tesla ha reso questo sogno una realtà e lo ha fatto con i suoi modelli, apprezzati e vincenti, Roadster, Model S, Model X e Model 3. Il concetto di auto ecologica si arricchisce così di modelli di grande interesse e prestigio. Ripercorriamo insieme la storia di questo grande marchio automobilistico.

Storia

Il nome della casa statunitense venne scelto in onore del grande fisico serbo Nikola Tesla. Nata nel 2003 in California, questa casa automobilistica divenne un progetto effettivo grazie all’impegno degli ingegneri Martin Eberhard e Marc Tarpenning. L’idea che guidava entrambi fu quella di dar vita alla prima Casa automobilistica della Silicon Valley. Ciò che si intendeva creare erano delle vetture innovative, ad emissioni zero, vale a dire dotate di un motore elettrico.

Nel 2004 il marchio trovò i finanziamenti necessari grazie a colui che ne divenne poi anche amministratore delegato, Elon Musk. Fu lui stesso ad occuparsi del design Roadster, nonché mise a punto una interessante strategia commerciale. L’anno successivo è sempre Musk a siglare un accordo con Lotus, assemblando così ben 2.500 Roadster, versione spider, presso lo stabilimento di Hethel.

Ed ecco che nel 2006 giunge il grande debutto per la Roadster, il modello Tesla per eccellenza. Bisognerà però attendere un po’, prima che questa possa arrivare ad essere commercializzata. L’auto sarà, infatti, sul mercato solo nel 2008, quando Musk diventerà presidente della stessa casa. La nuova auto sportiva del marchio, dotata di motore elettrica da 251 CV, può accelerare da 0 a 100 km/h in poco meno di 4 secondi. Non solo, dispone anche di una serie di batterie assolutamente innovative agli ioni al litio. Si tratta di una tecnologia assolutamente avanzata per quel periodo, tale da garantire un’autonomia ben superiore a 300 km.

Nel 2009 è la volta dell’accordo con Daimler, azienda tedesca che acquisterà il 10% delle azioni, portando nelle casse della società ben 50 milioni di dollari. Solo l’anno successivo, verrà aperta la prima fabbrica americana Tesla, a Fremont, California. Vengono, intanto, apportate alcune modifiche a Roadster e giunge sul mercato italiano nella variante sportiva da 292 CV. Si tratterà della prima sportiva elettrica, che nel gennaio del 2012 avrà prodotto all’incirca 2.450 gli esemplari venduti.

Modelli

Tra i modelli di punta e più apprezzati del marchio troviamo la Model S, un’auto cinque porte, ovviamente elettrica, con trazione posteriore, oppure nella versione integrale, con autonomia di circa 400 km. E’ il modello che più di ogni altro sarà in grado contribuire ad un incremento notevole in fatto di vendite della casa Tesla. Con Model S, il marchio Tesla, inoltre, smette di essere una scelta di nicchia e si impone sul mercato automotive a pieno diritto.

L’auto dal fascino tutto americano giunge anche ad invadere il mercato italiano nel 2013, lo stesso anno in cui Roadster smetterà di essere in commercio nel nostro Paese. Model S invece verrà proposta in ben tre varianti in termini di potenza, vale a dire da 306, 367 e 421 CV. Solo nel 2014 giunge anche la cosiddetta versione base con 307 CV, mentre, quella da 367 giunge a 378 cavalli e quella da 421 sarà totalmente sostituita da una 380 CV. Intanto si presenta sulla scena anche la formula super sportiva da 700 CV che, pensate, richiede solo poco meno di tre secondi per passare da 0 a 100 km orari. Nello stesso anno, Tesla si affida alla tecnologia open source.

Siamo nel 2015 quando Tesla propone la Model X. Si tratta di un SUV elettrico, che riparte dalla precedente Model S con porte posteriori, una copertura ad ali di gabbiano, nonché un’autonomia superiore a 400 km. Intanto, sulla vettura Model S nellos tesso anno debutta il sistema di guida assistita, Autopilot. Scompaiono così le versioni con 307, 378 e 380 CV. Queste saranno sostituite dalle varianti con 320 e 322 CV. Giunge a farsi apprezzare anche la nuova 422 CV.

L’anno successivo la casa automobilistica si occupa di rivisitare le linee della Model S, portando sul mercato la nuova Model 3. Si tratta della prima auto del marchio, una berlina elettrica, che avrà un’autonomia di 346 km e sarà alla portata di tutti, con un costo che in America si aggira intorno ai 35.000 dollari. Tuttavia, si dovrà attendere il 2017, affinché l’auto venga consegnata al mercato.

Eventi

Gran parte degli eventi per il marchio automobilistico californiano sono organizzati da Tesla Club Italy. Ci si occupa sia di eventi particolari, che di raduni. Uno tra gli eventi, appunto, più importanti è quello di Tesla Revolution. Si tratta di una conferenza nazionale dedicata, in maniera particolare a Tesla, ma anche alla mobilità elettrica in generale. Si organizzano anche dei raduni, in tutta Italia, indicati come Tesla Recharge.

Il Tesla Revolution quest’anno si terrà a Torino. Tema di fondo è la mobilità elettrica. Dovrebbe tenersi sabato 9 giugno 2018, presso il Salone dell’Auto di Torino. Più precisamente all’interno del prestigioso Museo Nazionale dell’Automobile, Parco Valentino. Si tratta di un evento di enorme portata ed importanza nell’agenda degli appuntamenti automobilistici italiani. Un impegno chiaro nella direzione del nuovo futuro dell’automobile ad emissioni zero.

Sarà presentata al pubblico di visitatori la nuova sfida automobilistica affrontata da Tesla. Vi sarà anche un emozionante susseguirsi di incontri e dibattiti che verteranno appunto su tale problematica. Saranno le auto elettriche a rivoluzionare totalmente il sistema della mobilità urbana ed extraurbana, le energie rinnovabili, la guida autonoma e la sicurezza saranno al centro dei dibattiti dell’evento.

La seconda edizione dell’evento è stata un grande successo, registrando il sold out dei biglietti di ingresso venduti, 52 Tesla Model S e Model X esposte. Non solo, durante la scorsa edizione vi sono stati sponsor importanti come Michelin e molte altre aziende che sono interessate ad investire nel progresso sostenibile. Per la prossima edizione, i posti saranno limitati, solo 400, in modo da garantire il massimo dell’efficienza in fatto di eventi e conferenze.

Tesla rappresenta, quindi, un importante pietra miliare nella direzione di un nuovo futuro del settore automobilistico. Indica la strada verso una mobilità priva di conseguenze negative per l’ambiente poiché progetta auto dotate di motore elettrica e dalle prestazioni a dir poco uniche. Da non perdere assolutamente, per tutti gli appassionati, l’evento Tesla Revolution, a Torino, in occasione del quale vengono mostrati al pubblico i nuovi veicoli elettrici dotati anche di sofisticati sistemi di guida autonoma.

Ultima modifica: 14 marzo 2018