Volkswagen T-Cross. Ecco il baby SUV da 4,1 metri, ma capiente | VIDEO

3289 0
3289 0

T-Cross è il SUV compatto di Volkswagen. Arriva per ultimo in una categoria tanto apprezzata dagli automobilisti, di ogni età, sesso ed esigenza, quanto competitiva. Un nuovo concorrente, molto agguerrito grazie alla dote meccanica e tecnologica, praticamente sterminata, fornita dal Gruppo VW.

T-Cross è realizzata sulla stessa piattaforma di Volkswagen Polo (la MQB A0) parente di quella di Golf. Disponibile a trazione anteriore, sarà assemblata a Pamplona, in Spagna. Per affrontare la sfida di un segmento che si annuncia come dominante nel futuro. Un modello non solo per l’Europa: dovrà farsi valere anche in Sud America e in Cina.

Compatta lo è: lunga 4,11 metri (Polo è 4,06), alta 1,56 e con un passo di 2,56. Come tutti i SUV si presenta come più abitabile rispetto alle berline pari classe.

La seduta è più alta di 10 centimetri rispetto a Polo: rende più facile l’accesso e regala una sensazione di padronanza maggiore. Il bagagliaio ha una capienza variabile da 385 a 1.280 litri rispetto ai 350/970 della berlina.

Volkswagen T-Cross, ecco il baby SUV da 4,1 metri, ma capiente
Cara Delevingne e la T-Cross.

Il plus sta nel divano posteriore scorrevole di 14 centimetri. Avanzato al massimo, porta la capienza “base” a 455 litri.

Un vantaggio non da poco, oltre alla presenza “scenica” più importante. All’interno ci sono la ricarica a induzione (senza cavo) di serie per gli smartphone, quattro prese USB e sistemi di assistenza alla guida. Come il mantenimento di corsia, la frenata di emergenza e il riconoscimento pedoni, sempre nella dotazione base. Tre gli allestimenti, Urban, Style e Advanced.

T-Cross, i motori vanno sul sicuro

I motori sono tradizionali. Due benzina, 3 cilindri da 1.0 litri di cilindrata. Il primo TSI da 95 cavalli e 175 Nm di coppia e il secondo da 115 e 200 Nm (o-100 in 9’9 secondi e 193 km/h di velocità massima. E l’immancabile Diesel, il 1.6 TDI da 95 cavalli (250 Nm di coppia).

In dotazione tutti hanno il cambio manuale a sei marce, a richiesta l’automatico DSG a doppia friziona a sette rapporti. I propulsori sono omologati Euro 6d-Temp.

Ultima modifica: 29 ottobre 2018

In questo articolo