Suzuki Swift Sport, la piccola mette il turbo. Leggera e performante

1702 0
1702 0

E chi l’ha detto che per essere un’auto sportiva servano per forza un numero spropositato di cavalli? Chiedere alla nuova Suzuki Sport Swift, compatta cattivissima che ha fatto il suo debutto tra i padiglioni di Francoforte.

La versione più pepata della baby giapponese, giunta ormai alla terza generazione – la prima nel 1983 -, saluta definitivamente il motore aspirato. Per concedersi il brivido del turbo benzina Boosterjet 1.4 da 140 cavalli.

Suzuki Swift Sport 6

Un giochino che, messo su una vettura da 970 chilogrammi (ben 80 in meno della precedente versione), vale un invidiabile rapporto peso/potenza che resta sotto i 7 chili per cavallo vapore. E con i 230 Newton per metro disponibili a 2.500 giri anche quello tra coppia e massa non scherza. Una ’piccola peste’ capace di passare da 0 a 100 in meno di 8 secondi. Solleticando le fantasie di chi ama la guida dinamica e aggressiva. La grinta della nuova Sport Swift si ritrova anche nelle dimensioni. Con lʼassetto più ribassato di 15 millimetri e le carreggiate più larghe di 40.

Suzuki Swift Sport 8

Il tutto per una macchina che resta a 3,89 metri di lunghezza, cinque centimetri in più rispetto al modello standard. Grande lavoro è stato fatto sul look: il frontale sembra quasi ruggire grazie alle prese d’aria più grandi e alla griglia a nido d’ape. Immancabili, in auto di questo genere, i cerchi in lega da 17 pollici e il doppio scarico, così come le minigonne laterali. La ciliegina sono gli spoiler scuri, anteriore e posteriore. Piccole e grandi modifiche anche all’interno, con il volante (in pelle) tagliato nella parte bassa della corona. I nuovi sedili sportivi mostrano cuciture a contrasto, a sottolineare ancora una volta la vocazione della vettura. Grafica innovativa anche per il quadro strumenti.

Suzuki Swift Sport 7

La compatta giapponese conserva la trazione anteriore, mentre passi avanti sono stati fatti sul cambio manuale che propone innesti più precisi e secchi. Il lato prestazionale si riscontra anche nei consumi che dovrebbero rimanere intorno ai 18-20 chilometri con un litro. Curiosità tecnica: sono gli iniettori a 7 fori che consentono di ottimizzare l’erogazione di carburante, migliorando l’efficienza. Attenzione maniacale anche sul fronte sicurezza, con una serie di sistemi ad hoc. Disponibile, in particolare, i cosiddetti “occhio di lince” e “attentofrena”.

Giovane e dinamica

Suzuki Sport Swift strizza decisamente l’occhio a un pubblico giovane. Cerca e trova il giusto equilibrio tra prestazioni, personalità e accessibilità economica. Lo sbarco ufficiale sul mercato italiano non è stato ancora comunicato, ma dovrebbe avvenire nei primi mesi del 2018. Non si conosce chiaramente il prezzo che potrebbe essere, presumibilmente, di circa 3 mila euro superiore a quello del modello attuale. Intorno ai 18-20mila euro, a seconda delle opzioni. Mancava solo lei a completare la parte alta della gamma Swift: con la nuova Sport, Suzuki ha trovato il colpo a effetto.

Michele Sabattini

Suzuki Swift Sport 4

Ultima modifica: 2 ottobre 2017