Suzuki, arriva il GPL anche su Swift, Ignis e Baleno

546 0
546 0

Suzuki amplia la gamma di vetture disponibili con alimentazione a GPL, aggiungendo questa opzione anche a Swift, Ignis e Baleno. I tre modelli vanno ad aggiungersi a Celerio, Vitara e Jimny che avevano già la versione benzina-GPL. Sui tre nuovi modelli la doppia alimentazione può essere richiesta anche sulla versione Hybrid.

In questo modo Suzuki vuole rivelarsi pioniera nel proporre auto ibride a GPL, estremamente ecologiche e che permettono ai clienti di sfruttare al massimo tutti i vantaggi, economici e non, offerti da entrambe le soluzioni. Fra questi, costi ridotti del carburante, sgravi fiscali, accesso alle zone ZTL, sosta gratuita sulle strisce blu. La crescita sul mercato di auto ibride e a GPL ha suggerito alla Casa di Hamamatsu questo ampliamento della gamma.

Suzuki Ignis

L’opzione GPL sulle ibride è resa possibile dall’incredibile compattezza e dalla funzionalità del sistema Suzuki Hybrid, alimentato da un leggero pacco di batterie agli ioni di litio (solo 6kg). Quest’ultimo è alloggiato sotto il sedile del guidatore, non toglie spazio ai passeggeri e dà la possibilità di montare anche l’impianto GPL lasciando immutato il volume utile del bagagliaio.

Suzuki Baleno

Il sovrapprezzo da pagare per avere una Celerio o una Baleno 1.2 a GPL è di 1.600 euro, mentre la cifra è di 1.700 euro per i modelli Vitara 1.6, Jimny, Ignis 1.2 e Swift 1.2.

Ultima modifica: 20 novembre 2017