Torna la SuperRottamazione Fiat, Lancia, Abarth: l’auto ha valore futuro garantito

517 0
517 0

Torna la SuperRottamazione. Sarà possibile acquistare una vettura Fiat, Lancia o Abarth in pronta consegna a condizioni davvero uniche per i clienti che vogliono rottamare o sostituire la propria automobile accedendo a piani finanziari dedicati. Grazie alla formula Be-Smart, ogni cliente avrà garantito il valore futuro della propria automobile con la possibilità di decidere, dopo 36 o 48 mesi, se tenere o restituire la vettura.

FIAT

Per quanto riguarda il brand Fiat, grazie al finanziamento “SuperRottamazione” ad anticipo zero, sarà possibile mettersi al volante di una Panda all’incredibile prezzo di 7.000 euro e con la tranquillità del valore futuro garantito dopo tre anni. Anticipo zero anche per la gamma Fiat 500. Con finanziamento Be-Smart è proposta a 9.950 euro. Inoltre, su una selezione di vetture in pronta consegna, tutti gli optional sono in omaggio.

Il finanziamento “SuperRottamazione” riguarda anche la Fiat Tipo, sia diesel sia benzina, con la possibilità di restituirla dopo tre o quattro anni con valore residuo garantito. Sarà possibile acquistare una Tipo 5 porte da 11.900 euro, una 4 porte da 10.900 euro e una Station Wagon da 13.000 euro. A chi cerca spazio, tecnologia, personalità e stile, Fiat offre 500L a partire da 13.500 euro. La famiglia 500 comprende anche il crossover italiano 500X a 15.000 euro con finanziamento “Be-Smart Meno1500”.

LANCIA

È dedicata gli automobilisti sofisticati e cool l’offerta del finanziamento “Meno1500” che consente di acquistare la Fashion City Car Lancia Ypsilon al prezzo più basso di sempre: 8.750 euro con 5 porte, climatizzatore, radio e comandi al volante.

ABARTH

È possibile scegliere la nuova gamma Abarth 595, capace di esprimere le due anime del brand, con un anticipo pari a zero e una rata da 259 euro al mese, con la libertà di restituirla dopo 4 anni. Tutto lo stile e la competitività dell’icona del brand diventano così ancora più accessibili.

Ultima modifica: 7 novembre 2018